Navigando in “piccoli versi”…

Navigando in “piccoli versi”…

Cercando nuovi orizzonti
trovai il senso
di casa.
*********************

Come un veliero,
navigo in tempesta,
verso la riva,
ignorando le regole
del vivere comune.

M.Stella Bruno

Russell, la mia adorabile peste.

RussellRussell è il mio cane. Non è di razza, non è più un cucciolo, non è particolarmente obbediente, in verità è un peste assoluta, ma è una vera “personalità”, possiede pregi e difetti tipici degli esseri umani. In primis è uno dei pochi (o forse il solo) cane al mondo che è fortemente “monogamo”, ovvero, mi spiego meglio… L’incontro avvenne quando lui era ancora un cucciolo mentre lei era già femmina di mondo. Lui le fece un piccolo “bau”, lei, libera da guinzagli, scappò… e per lui fu amore a prima vista! Da quel momento Camilla, questo è il nome dell’amata, fu l’unica cagnetta esistente al mondo, tutti gli altri, maschi o femmine (è uguale) sono “nemici” da allontanare. E se Russell stravede solo per Camilla (brutta, che fa, pure, una vita “dissoluta” con tutti i cani del vicinato tranne lui), Perla, altra cagnetta (docile, carina, pulita e di buona famiglia) non sospira altri che per Russell, il quale, ritenendola forse solo un’amica, non la prende in considerazione neanche quando lei è “disponibile”…Mah!
Egocentrico, prepotente, viziato, Russell è un vero “drogato” di biscotti per cani. Ama una marca in particolare e se noi gliene proponiamo altre, lui, da vero intenditore, snobba il biscotto con fare offeso…
C’è da dire che, se uno di noi sta male, Russell gli sta accanto, e che è fortemente partecipe a tutto ciò che succede in casa. Sa essere affettuoso!

1510622139Curioso, geloso e apprensivo, nulla passa inosservato ai suoi occhietti espressivi ed intelligenti!
Poi, è un po’ “buzzurro”, cioè gli basta solo una zampata per aprire una porta ed entrare in una stanza, “non chiede permessi”, pretende anche che si giochi sempre con lui, con la sua adorata pallina rossa. E se ci si rifiuta al repentino richiamo, fa i dispetti, piccole cose che sa che non deve fare e le fa assicurandosi che lo si guardi.
Inoltre guai a tifare in una partita di calcio! Sembra sempre che lui tifi per la squadra avversaria, poiché abbaia ad ogni manifestazione di entusiasmo.
Che peste!
Immaginatevi cosa combina a capodanno o quando si apre una bottiglia di spumante… Uff! Fa più casino lui di tutti i botti della terra! Ecco, un piccolo “ritratto” di un “cagnone malefico e adorabile”…
Cosi scherzando…

610133504