Scrivendo…

Dal mio nuovo romanzo:

“Pochi istanti, ed un bagliore rossastro illuminò l’ambiente. Una allegra fiammella danzò sopra lo stoppino di una candela, rivelando i visi di chi era in quella misera stanza dagli arredi tarlati e quasi inesistenti. Le pieghe del viso della vecchia, che aveva parlato, vennero colpite in pieno dalla giovane luce che mise, quasi in una malevole carezza, in risalto il volto incartapecorito della donna curva sotto il peso dei suoi stessi anni. Doveva vederci poco perché portava ogni oggetto al viso, quasi a contatto col naso, oppure usava le mani stesse per distinguere le cose. Infatti, per avere conferma che la voce di uomo che aveva udito fosse realmente di colui che ricordava, dopo aver posato la candela su un misero sgabello, aveva iniziato a passare le sue dita sul volto di Athas. Egli la lasciava fare il suo esame, necessario per averne l’aiuto.”

^_^

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: