Ulivo solitario

ulivo secolare

Tace la notte
nel crescendo
della luce,
quando il mattino
ancora sopito
nei colori dell’aurora
si insinua
nelle pieghe
di una natura assonnata…
Giace dormiente
l’ulivo solitario
che come riparo
nascosto
ospitò i miei pensieri
e le mie ali
in cerca di libertà…
Giace proibito
oltre siepi di rovi
e sguardi indiscreti,
ma riposa lì
il mio sogno…
Vento caldo
che dal deserto
giungi,
accarezzi le sue foglie
e fai cantare
i sui rami;
parole lievi e
suoni melodiosi
che innalzano
la mia voglia di esistere…

Maria Stella Bruno
dalla raccolta “Clessidre Notturne”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: