Il cerbiatto

capriolo-femmina-1“I colori dell’alba tinsero il cielo del loro splendore, ed era quadro che giace nel buio… Come occhio di artista, la luce si attardava sulla sua opera accarezzando lentamente le colline che svelavano le ombre da cui erano celate… La notte si rifiutava di andare, tentando un’inutile resistenza, ed era lotta fra l’incedere del giorno e la pigrizia della notte… Ed infine il sole si levò alto spezzando ogni incertezza…
Il gorgoglio del fiume accompagnava il suo lento scorrere, mentre la natura piano si risvegliava.
Un cerbiatto, uscito cautamente tra gli alberi, si avvicinò alle argentee acque e cominciò a bere. Le colline davanti a lui oltre il fiume non promettevano il dolce e familiare riparo che offriva la foresta alle sue spalle, e l’animale guardò la nuda sterpaglia con orrore, come se questa rappresentasse la morte che egli da sempre cercava di evitare… Predatori o prede, questo era il suo mondo… Tornò a bere ripensando ai profumi dei suoi boschi; presto sarebbe ritornato lì, insieme ai suoi simili, al sicuro… Un sibilo improvviso lo fece girare ed un forte dolore gli si irradiò dalle costole… Cadde… Liquida e calda sentì la propria vita scivolare via… Nella nebbia degli ultimi istanti, riguardò il fiume e le sterpaglie, sentì dei passi e vide dei neri stivali avvicinarsi a lui… Era la morte, lo sapeva…
Sifer, con un ghigno, si chinò sul corpo del cerbiatto. La sua freccia aveva fatto un centro perfetto, pensò. Avevano bisogno di riprendere le forze per l’inseguimento che li aspettava, e quella sarebbe stata un’ottima colazione.”

Da “I Custodi dei Frammenti” di Maria Stella Bruno, Edizioni Il Pavone

Oroscopo Indiano (d’America)

indiani2Crederci o no è solo un affare privato, ma l’oroscopo, fin dai tempi antichi, ha affascinato la mente umana. L’uomo ha sempre guardato al cielo ed alle sue costellazioni per conoscere il futuro o solo magari per scoprire se stesso, credendo che nascere sotto quello o quell’altro segno influisse sul carattere dell’individuo e sul suo destino. Di certo ognuno di noi è diverso dall’altro, ma è divertente come un gioco andare a cercare le varie caratteristiche dei segni zodiacali per vedere quanto si avvicinano a noi. Ed è con questo spirito giocoso che espongo qui di seguito l’oroscopo dei pellerossa, sì, dei nativi nord americani, che prende ispirazione dalla terra, dagli animali, dalle stagioni e dalla natura.

OCA POLARE (dal 22 dicembre al 19 gennaio)

Preciso, razionale, tutto d’un pezzo è colui che è nato sogno questo segno, ma di “polare” ha ben poco nel cuore, nonostante le apparenze. Appassionato, sincero e terribilmente orgoglioso è in fondo un inguaribile romantico.

LONTRA (dal 20 gennaio al 18 febbraio)

Comunicativo, dall’euforia spesso contagiosa, colui che è nato sotto questo segno è impulsivo, dinamico, vigile. Dal cuore volubile ed indeciso, possiede una bellezza particolare, un magnetismo quasi solare ed è un compagno eccezionale sia in amore che in amicizia.

PUMA (dal 19 febbraio al 20 marzo)

Indipendente, colui che è di questo segno detesta le imposizioni e le persone che gli dicono quello che deve fare. Gli piace attirare l’attenzione degli altri solo per il gusto di farlo, ma lo fa poiché vuole sentirsi accettato ed amato. Molto creativo, spesso tende ad isolarsi per fantasticare su tutto.

FALCO ROSSO ( dal 21 marzo al 19 aprile)

Impulsivo, ostinato, determinato, se ha uno scopo, colui che nasce sotto questo segno, non si da pace finché non riesce a raggiungerlo. È per i legami importanti ed i flirt non gli piacciono. Le passioni, le emozioni, le lotte e le conquiste, ecco cosa gli piace della vita!

CASTORO (dal 20 aprile al 20 maggio)

Metodico, non ama lo stress e la fretta, chi è di questo segno non lascia nulla al caso e, soprattutto nel lavoro, riesce a raggiungere grandi traguardi grazie alla sua perseveranza. Geloso, è per le relazioni durature. L’irrefrenabile golosità è il suo peggior difetto, ma la sua bellezza è luminosa e splendente.

CERVO (dal 21 maggio al 20 giugno)

Intelligente, brillante, curioso, chi è nato sotto questo segno non riuscirà a stare un attimo fermo poiché è terribilmente esuberante. È per gli spazi aperti, l’aria pulita ma ama le compagnie numerose. Mutevole sentimentalmente come lo è con le sue idee, tende ad aspettarsi forse un po’ troppo dagli altri.

PICCHIO (dal 21 giugno al 22 luglio)

Apparentemente molto vulnerabile e indeciso, colui che è di questo segno ha uno spirito contemplativo, capace di soffermarsi a osservare i particolari nelle cose e le sfumature nei rapporti con gli altri. L’amore entra nella sua vita in modo prepotente, inaspettato, eppure egli non ne potrebbe fare a meno. Ama il silenzio ed è capace di restare ore a rincorrere i propri pensieri.

STORIONE (dal 23 luglio al 22 agosto)

In perenne lotta con le proprie emozioni, colui che nasce sotto questo segno ha l’orgoglio dalla sua parte che è fautore dei suoi più grandi successi, ma anche delle sconfitte più inattese. Gli piace vincere, quindi detesta mostrarsi colpito e dà solitamente di sé l’immagine di una persona incrollabile. Solo chi sarà capace di guardare oltre questa maschera e scorgere la sua grande insicurezza potrà aprire le porte del suo cuore.

ORSO BRUNO (dal 23 agosto al 22 settembre)

Questo segno è legato all’equilibrio e alla serenità, alla prudenza e al metodo. Chi nasce sotto di esso non ama gli azzardi ed evita le scelte rischiose. Ma se quest’atteggiamento nel settore pratico è positivo, in amore può creargli delle difficoltà. Infatti è molto cauto e cerca mille garanzie prima di lanciarti in un rapporto. Ma le garanzie, si sa, non sono eterne…

CORVO (dal 23 settembre al 23 ottobre)

Tollerante, profondamente generoso, chi è di questo segno dà fiducia a tutti. Estremamente affascinato da ciò che è bello, per lui ha grande importanza il fattore estetico. I suoi amori nascono da grandiosi colpi di fulmine. Fedele, non ama le persone poco sincere o imprecise nei comportamenti, ma cede spesso ai compromessi.

SERPENTE (dal 24 ottobre al 21 novembre)

Dalla immaginazione fervida e la sensibilità eccezionale, colui che è nato sotto questo segno vuol dare una interpretazione a tutto quello che gli accade intorno. A volte troppo impietoso nei suoi giudizi, si offende facilmente. Passionale e molto generoso, la voce “tradimento” non esiste nel suo vocabolario, ma certe volte esagera con i sospetti.

ALCE (dal 22 novembre al 21 dicembre)

Espansivo, dinamico, chi è di questo segno sogna di viaggiare, di muoversi, di conoscere persone sempre diverse. In perenne ricerca di sensazioni uniche, vorrà cambiare città e non avrà mai problemi a farsi nuove amicizie. Vive l’amore come una grande avventura e detesta le persone monotone o appiccicose. Preferisce una sana discussione quotidiana che una vita piatta e già programmata.

Il Sigillo del Drago Infinito – Una Saga fantasy con l’uomo come protagonista

Il Sigillo del Drago Infinito2

 

Il Sigillo del Drago Infinito è una mini saga di genere fantasy(due soli volumi: “I custodi dei frammenti” e “La Spada e il Drago”), ma non ha i tipici personaggi del genere (niente del tipo elfi, nani, maghi et varia, persino il drago non è un essere fantastico, ma “solo” un sigillo… ). È l’uomo il protagonista, con i suoi atti di eroismo e di viltà, con la sua cattiveria e la sua bontà, che, però, si muove in un mondo, con le sue tradizioni e situazioni politiche, inventato completamente. Ecco, in poche parole, questa saga, la cui trama è meglio assaporarla attimo per attimo, seguendo le vicende così come capitano a colui che incontriamo nelle prime pagine… E con lui, ed un po’ come lui, scopriremo pian piano quel mondo ed il grave pericolo che lo interessa…

Disponibile nei migliori store online!!
Fra cui:
Amazon 

Feltrinelli.it

Ibs.it

Mondadori Store

Nella tela dell’esistere

501863__sunset-from-the-space_p

Nell’imbrunire
lame dorate
ammantano
il cielo
come spille
che giacciono
nella tela
dell’esistere.
Giovani ed antiche,
immortali ed
effimere,
uniche eppure
sempre uguali…
Sogni di luce
ad occhi aperti,
solitarie
compagne
che sedute
alla tavola
di questa vita
scoprono
l’inganno
del relativo.