Recensione: “Ali ai piedi” di Marco Terramoccia

Ali ai piedi

Giorgio vive a Morlone ed è un ragazzo di provincia, cresciuto con dei valori, che condivide la sua vita con gli amici di sempre, fra la passione per il mare, la bici e le prime cotte adolescenziali. È un sedicenne essenzialmente normale che è attratto dalla velocità ed è veloce tanto, troppo rispetto ai suoi compagni. Ha le “ali ai piedi” e inizialmente non ne comprende il motivo. Nei sogni, continui ed insistenti, così veri da sembrare ricordi, ricostruirà la verità, una verità incredibile che ha radici duemila anni nel passato, al tempo del mito e della magia… E con la scoperta di chi è in realtà, il giovane non trae solo nuovi sbalorditivi poteri, ma anche un’eredità di quel passato decisamente più pesante: un nemico giurato che vive e cerca solo vendetta…

“Ali ai piedi” è una storia di fantasia che ha il sapore di una favola e radici nei miti greci, ma soprattutto è la vita di un adolescente, una vita spensierata e allegra. La sua quotidianità fra i banchi di scuola, le amicizie, i primi amori… Ma anche i semplici gesti della vita di provincia, di una cittadina, bella e amata nelle descrizioni al punto da essere un’altra protagonista, silente e sorniona, che sa ammaliare. Già nelle prime righe del romanzo l’autore la descrive come “uno degli ultimi paradisi terrestri rimasti. Bagnato da un mare pulitissimo e immerso nel verde più bello della macchia mediterranea, mista a tratti di bosco e non troppo alta, che arriva fino alle rive del mare.” Giorgio ama il suo pase, ma la sua mente spesso corre verso un futuro che lo vede navigare in quel mare infinito, infatti sta studiando al Nautico. La scoperta del suo mitico passato sconvolgerà poco la sua esistenza (forse grazie ad una maturità e ad una saggezza insiti nel suo essere alle “radici del mito”), ma che comunque non tarderà anche a dargli delle preoccupazioni, tutte da ricollegarsi a quel nemico di cui parlavo prima… Giorgio non si sente superiore per i doni che possiede ed è grato della vita che ha. Rispetta e adora i suoi genitori e “voleva essere accettato così com’era, con la sua super-normalità”…Andando avanti con la sua vita, scopre di non essere il solo ad avere un segreto. Il suo più fedele amico lo ha seguito in questa vita come aveva fatto in quella precedente, anche se adesso è provvisto di muso e coda scodinzolante… Argento, cane valoroso, sarà consigliere e aiuto per il protagonista. Dovunque vanno, Giorgio e Argento, portano del bene, lo “espandono” come un vento benefico, al contrario del loro nemico, Girotti, che semina male con azioni e “infetta” chiunque gli si avvicini troppo, approfittando dei cuori più deboli e facendo sprofondare nel baratro dell’oscurità chiunque già vive in bilico con i cattivi sentimenti… E la storia diventa allegoria della perenne lotta fra il Bene e il Male, un male, quello rappresentato da Girotti, volutamente raffigurato grottesco, animale, portato agli eccessi anche a livello fisico e comportamentale. Tutto in lui ci repelle, come sarebbe giusto che ci ripugni il male… anche se spesso nel nostro vivere non è così manifesto e facilmente distinguibile.

“Ali ai piedi” è quindi un’allegoria fiabesca, intessuta nel mito e nella provincia italiana, che mira al bene e ai buoni sentimenti, dove può esserci il riscatto e tutti hanno ciò che meritano. Sembra volerci ricordare le semplici regole che stanno alla base di una vita serena: l’amore per la famiglia e gli amici, il rispetto per gli animali e infine, ma non ultimo, la coscienza che in tutto c’è un po’ di magia, anche nella “normalità” e che il sogno può davvero metterci le ali ai piedi e farci volare “su di un mare nero, calmo, in un cielo chiaro, illuminato da una luna spavalda, che piena di bagliore argenteo tentava di schiarire la notte.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: