Appunti di lettura: “Bushido. La Via del Guerriero”

INIZIO: 14 Giugno 2019

FINE: 9 Luglio 2019

VALUTAZIONE

TRAMA

Nella trasmissione della loro saggezza, i samurai ci insegnano a vivere nel momento presente, a sconfiggere la paura e a non esserne più schiavi. Il maestro Taisen Deshimaru in un suo insegnamento orale disse: “Le possibilità del nostro corpo e della nostra mente sono limitate: è la sorte della condizione umana. Esiste una Via che permetta all’uomo di superare i limiti della propria natura? Di andare oltre se stesso?”. La risposta è il Bushido, la via del guerriero, il cui codice di condotta ha origine nel VII secolo a.C., poi raccolto e accresciuto in diverse fasi storiche a partire dal 1100. Nella vittoria sulla paura della morte, raggiunta attraverso una costante speculazione sulla fine, sull’impermanenza dell’esistenza e sull’importanza di vivere nel momento presente, emergono l’attualità e l’universalità dello spirito samurai. L’apprendimento, la formazione teorica e la filosofia risultano indissolubilmente connesse a forme di insegnamento buddhiste, scintoiste e zen fondate sul rapporto maestro-allievo o a esperienze di vita in cui l’emulazione e la pratica sono incoraggiate e diventano fonte di stimolo a migliorare se stessi. L’unico scopo della vita di un samurai è quello di prepararsi alla guerra. O meglio, alla morte. In questo libro, tradotte dai testi originali, le riflessioni dei più grandi maestri della disciplina.

(POSSIBILI SPOILERS)

17 Giugno

È un libro di saggistica, quindi ogni parola va assimilata e capita. Non amo particolarmente le prefazioni, ma qui è doveroso leggerla in quanto spiega il contesto storico-culturale (persino l’origine del nome) in cui si formarono quelle figure straordinarie che conosciamo come “samurai”. Non sono nuova alla filosofia orientale, né agli scritti sui samurai, ma spero che questo libro possa darmi un’ulteriore prospettiva sull’argomento.

21 Giugno

Vado avanti nella lettura. Viene spiegato il valore dei Kanji che compongono la parola “samurai”. Si analizzano le similitudini e le differenze con i cavalieri cristiani europei. Tutto molto interessante, ma anche un po’ pesante… Non vedo l’ora di giungere alla parte principale del libro, ovvero gli scritti dei samurai.

22 Giugno

Il samurai (nelle intenzioni) trascende la condizione di uomo per dedicarsi a qualcosa (una missione, un servizio, un compito) che “lo porteranno al di là del concetto stesso di lotta, dove il sacrificio di sé eleva la mera professione”. Bello.

30 Giugno

Sono presenti nel libro anche brevi curiosità sul periodo storico in cui nacquero i samurai e sulle prime figure che vennero indicate con quest’appellativo.

Però l’impressione che ho del libro, fino ad ora, mi porta a pensare che non è una lettura per chi è completamente a digiuno della storia del Giappone.

4 Luglio  

Cosa vogliono insegnarci i samurai?” si chiede ad un certo punto il curatore del libro, così ci presenta (finalmente) alcuni brani (estratti di opere scritte da samurai o saggi monaci) significativi sul credo che spingeva questi uomini… E’ la parte principale del libro e quella che attendevo con impazienza!

 6 Luglio 

La maggior parte di questi scritti sono una sorta di testamento spirituale che il samurai lasciava ai figli e al clan. Non erano destinati alla pubblicazione, ma, in alcuni casi, ad essere distrutti. Infatti, queste opere per la maggior parte sono state scritte alla fine della vita del samurai, quando questi si era ritirato magari a vita monastica.

Leggendo il concetto di “nonmente” espresso da Takuan Soho (non è stato un samurai, ma ha passato tutta la vita come monaco che conciliava la Via della Spada con lo Zen), l’associazione col film “L’ultimo samurai” con Tom Cruise diventa evidente. Hanno espresso bene nel film quel concetto, ovvero il non focalizzare la mente su una sola azione, ma lasciarla libera e dinamica affinché possa “vedere il tutto”.

7 Luglio 

Ma se Takuan Soho osserva “la Via della Spada” da un punto di vista filosofico, il suo amico/maestro samurai Yagyu Munenori scrive un trattato che cerca di presentarne tutti gli aspetti, anche quelli che ne fanno un vero stile di vita. Lo scopo è far diventare l’allievo così concentrato e padrone della tecnica che egli “non dovrà più pensare a che cosa fare, perché questo gli riuscirà del tutto spontaneo”.

Sono arrivata al cap. dedicato a Miyamoto Musashi… Dopo un riassunto della sua vita, vengono riportate citazioni dal suo “Il libro dei 5 elementi” (che ho letto >_<).

9 Luglio 

Leggendo le biografie dei vari autori (precedono i loro scritti), ci si può rendere conto che persino nei tempi di pace il samurai non perde la “via del guerriero”, anche perché quella via assume sempre più carattere filosofico e morale. Il samurai comunque rimane un guerriero che deve restare vigile e accorto.

Sto leggendo il cap. dedicato a Yamamoto Tsunetomo, l’autore dell’“Hagakure” (altra lettura già fatta) e vi sono riportati alcuni brani tratti dal famoso libro. Alcuni passi li ricordavo bene.

Concludendo, ho apprezzato di questo libro/compendio la possibilità di conoscere il pensiero di autori di cui non sapevo nulla e ricordare quello di altri che avevo già letto, ma il volume non mi ha convinto fino in fondo.

COMMENTO FINALE

Apprezzabile compendio di brani tratti da opere scritte da samurai o saggi monaci in cui enunciano il loro credo, ovvero la Via del Guerriero. Pesante la prima parte del volume che, pur avendo spunti interessanti, rischia di scoraggiare chi si approccia per la prima volta all’argomento.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: