Le mie letture (finite) del 2019

“La città delle bestie” di Isabel Allende

“Oro blu” di Clive Cussler e Paul Kemprecos

“Tata Matilda” di Christianna Brand

“American gods” di Neil Gaiman

“Beast Quest 1 – Ferno, il signore del fuoco”

“Fiore di poesie” di Alda Merini

“Il piccolo lord” di Frances Hodgson Burnett

“I guerrieri di Wyld” di Nicholas Eames

“007 Licenza di uccidere “di Ian Fleming

“Nuova primavera” di Robert Jordan

“Il Buon Dottore” di Juno Dawson

“I 36 stratagemmi”

“Ho il tuo numero” di Sophie Kinsella

“La ragazza invisibile“ di Blue Jeans

“Bushido. La Via del Guerriero”

“La Spada della Verità Vol. 3″ di Terry Goodkind

“Cercasi commessa al reparto omicidi” di Katherine Woodfine

“Il Regno del drago d’oro” di Isabel Allende

“Miti del Nord” – Atlanti di Mitologia

“Beastly” di Alex Flinn

“Il mondo sommerso” di J.G. Ballard

“The 100” di Kass Morgan

“Cuori in palio” di Gaia Carminati

“Gli Illuminati – Le dimensioni della mente 3” di Dima Zales

“Beast Quest – Le Cronache di Avantia” di Adam Blade

“Deeper – Un sentimento più profondo della paura” di Aura Conte

“Casinò Royale” di Ian Fleming

“Il guardiano degli innocenti. The Witcher: 1” di Andrzej Sapkowski

“Akiko” di Michela Cavaliere

“Le Cronache di Narnia” di C.S.Lewis

“La tomba del tiranno (Le sfide di Apollo 4)” di Rick Riordan

“Gauntlgrym. Neverwinter 1” di R.A. Salvatore

“Enciclopedia dei Mostri Giapponesi” di Shigeru Mizuki

“La congiura di Merlino” di Diana Wynne Jones