Appunti di scrittura: #10

Come vi dicevo, per scrivere, e soprattutto per far chiarezza, io mi affido ad una “scaletta degli eventi” in cui elenco, in ordine cronologico, i fatti salienti che devono capitare nella storia. Ma le mie scalette non sono mai fisse, immutabili. È capitato che aggiungessi altro, che cambiassi persino l’ordine degli avvenimenti, ma anche che la ignorassi completamente, seguendo l’impeto dell’ispirazione…

Ah, l’ispirazione! È quella “cosa” misteriosa e meravigliosa che ti cattura, che facilita la risoluzione di situazioni letterarie spinose e che “anima” i personaggi, i quali sembrano avere una propria volontà e, facendo quello che cacchio gli pare, magari ti stravolgono tutto, costringendoti poi a compiere “salti mortali” per far combaciare ogni filo sospeso della storia…

Adoro quei momenti, perché anche se incasinano, rendono spesso il romanzo più interessante, come la spezia giusta su di un buon piatto. Ne esalta il sapore senza snaturarne l’essenza.

Aspettando una tale benedizione, mi metto a lavoro. Magari le Muse ascolteranno la mia invocazione e verranno a bisbigliare al mio orecchio…

STO ASCOLTANDO: “La storia del mondo” – Nek

STATO MENTALE: fantasiosa

FATTORI DI DISTURBO: 4/10

AZIONE COMPIUTA (o da compiere): invocare le Muse, affinché possa trovare l’ispirazione perfetta!

Appunti di scrittura: #9

Copertina e trama sono essenziali per invogliare il lettore a scegliere proprio il tuo romanzo e, se ho già una bozza per la prima, la seconda ancora mi sfugge.

D’altronde gli avvenimenti sono tanti e, non avendo ancora concluso, forse non ho tutti gli elementi necessari per fare una sintesi avvincente di questo secondo volume.

E prima che IL MONDO RUBATO venga pubblicato, ci sono tante cose che devo fare.

La più importante: concludere! >_<

La seconda: revisionare lo scritto.

Ci tengo che il testo non presenti errori, refusi o incoerenze di trama. Ho chi mi aiuterà in questa ultima, decisiva fase.

La terza cosa è dedicarsi all’aspetto grafico, pubblicitario e organizzativo.

Devono essere preparate la copertina e la trama, ma anche le “locandine” pubblicitarie da condividere sui social e, infine (ma molto importante se scrivi in self come me), proteggere il romanzo da eventuali plagi. Scriversi alla SIAE o mandarsi una mail col testo in allegato, permettono di garantire la paternità dell’opera e quindi dovrebbero proteggere il romanzo dai ladri di idee.

Ammetto di essere impaziente di proporre questo romanzo a chi mi segue ed ha aspettato parecchio per leggerlo.

IL MONDO RUBATO è diverso da NUOVA ERA, forse è più “oscuro”, più horror in alcune parti e più romantico in altre, ma spero comunque che saprà sorprendere e avvincere chi lo leggerà…

E perché tutto questo si avveri, mi devo sbrigare a finire! A dopo!

STO ASCOLTANDO: “What the hell” – Avril Lavigne

STATO MENTALE: sognante

FATTORI DI DISTURBO: 5/10

AZIONE COMPIUTA (o da compiere): scrivere.

Appunti di scrittura: #8

Se avete letto i miei precedenti appunti, ormai saprete che sto lavorando (già da un bel po’, ahimè) al seguito del romanzo di fantascienza NUOVA ERA, ovvero alle nuove avventure di Danmar e Zohya, ma vi ho mai anticipato il titolo? No?!? Beh, il mio nuovo romanzo si chiamerà IL MONDO RUBATO.

Per chi non ha letto NUOVA ERA potrà sembrare una scelta particolare, strana, ma per chi invece ha già seguito le vicende di Zohya e Danmar questo titolo avrà un perché… D’altronde, proprio nelle ultime pagine di NUOVA ERA spiego cos’è un “mondo rubato”. E la rivelazione di Zohya ha sorpreso Danmar e forse anche il lettore.

In ogni caso, se in NUOVA ERA i miei protagonisti hanno vissuto molte avventure, situazioni diverse e rischiose, anche ne IL MONDO RUBATO saranno messi duramente alla prova. Persino il loro legame subirà degli scossoni.

Oggi ho scritto e sono contenta di essere giunta ad una svolta decisiva, qualcosa che avevo immaginato fin dal principio, senza avere idea di come “arrivarci”. Adesso posso dire con tranquillità che vedo la fine di questa stesura. La “resa dei conti è vicina”, “tutti i nodi vengono al pettine” ecc…

In anteprima per voi:

“Mille e mille aghi sembravano trapassargli la pelle di tutto il corpo rendendolo cosciente di ogni muscolo, articolazione e legamento di cui era composto. Le sue ossa erano macigni e poteva percepire i vasi sanguigni diventare anch’essi pesanti, come gli organi interni, mentre il fluido si espandeva dentro di lui. Era assurdo, forse stava impazzendo, ma Colin Witherspoon in verità non era mai stato così lucido. Avvertiva il dolore senza potersi muovere, scalciare, urlare. Era immobile, condannato a non poter fare nulla per sfogare l’agonia in cui versava il suo corpo. Solo gli occhi dilatati, rabbiosi e sofferenti, mostravano la lotta del suo corpo per sopravvivere. Gli squarci sul suo petto erano più rossi che mai, come se il sangue ribollisse…

– Quello che ti ho iniettato, sta cominciando a fare effetto. – osservò Matnes con noncuranza.

– Cosa… Cosa… – biascicò Lisa in cerca delle parole giuste, soffrendo perché non riusciva ad esprimersi.

– Cosa gli ho fatto? Cosa gli accade? – incalzò il Miliziano, stanco di dover aspettare che ella balbettasse qualcosa di coerente.

Lisa abbassò esitante il capo in segno affermativo.

 – Ho fatto ciò che voleva, gli ho offerto una possibilità… Ma riguardo a ciò che gli sta accadendo, beh, è più complicato… Il cocktail che gli ho iniettato è un siero di potenziamento. Un modo per portare al massimo delle sue capacità il corpo, un modo non indolore, ma in battaglia è estremamente utile. Riesci a fare cose sorprendenti! – fissò la ferita di Withs – Nel suo caso però le cose sono differenti. In teoria, dovrebbe potenziare le sue capacità di rigenerazione, velocizzarle… Ma il suo corpo è troppo provato. Non so se potrà resistere al dolore. È probabile che il suo cuore non reggerà. –“

STO ASCOLTANDO: “We will rock you” – Queen

STATO MENTALE: fiduciosa

FATTORI DI DISTURBO: 6/10

AZIONE COMPIUTA (o da compiere): nuova stesura della scaletta degli eventi.

Appunti di scrittura: #7

Il genere di romanzo che si scrive (fantasy, romance, fantascienza, thriller, ecc.), inevitabilmente influenza la struttura della storia e persino lo stile.

Infatti, per IL SIGILLO DEL DRAGO INFINITO e la saga de L’OCCHIO DEL VEGGENTE, romanzi fantasy, ho optato per capitoli lunghi, divisi in diverse parti, con descrizioni più evocative per permettere al lettore la piena immedesimazione in un mondo epico.

Ma per NUOVA ERA (come per il suo seguito che sto scrivendo) è stato diverso. A mio parere, la fantascienza richiede “immediatezza”. Mi spiego: descrizioni concise, più dialoghi e azioni incalzanti. Per questo i capitoli saranno brevi, due o tre pagine di Word al massimo, e il romanzo di per sé non sarà un “mattone”.

D’altronde bisogna adattarsi al genere nella stessa maniera in cui si cambia abito per l’occasione… Non si va a fare la spesa in abito da sera e tacco dodici (sarebbe un suicidio! XD), né ad un gala con infradito e pantaloncini…

Per quanto mi sia dedicata solo al fantasy e alla fantascienza per ora, conto in futuro di provare con altri generi. Voglio mettermi alla prova! 😉

STO ASCOLTANDO: “Survivor” – Destiny’s Child

STATO MENTALE: confusione da raffreddore

FATTORI DI DISTURBO: 8/10

AZIONE COMPIUTA (o da compiere): trovare un nuovo pacco di fazzoletti e aggiornare scaletta eventi.

Appunti di scrittura: #6

Ormai vi sarete resi conto che non c’è un vero nesso fra le canzoni che nomino in “STO ASCOLTANDO” e l’argomento del post. La musica che scelgo di condividere con voi è la stessa che ascolto quando scrivo. Dato che amo, per la maggiore, musiche adrenaliniche o con toni epici, che comunque sappiano “dare la carica”, può capitare che esse siano la colonna sonora anche di momenti tristi, come ad esempio la morte di un personaggio…

D’altronde per scrivere bene l’importante è creare intorno a sé un ambiente confortevole. C’è chi come me si sente a proprio agio ascoltando musica, ma c’è invece chi vuole il completo silenzio. C’è chi preferisce stare a casa e chi scriverebbe ovunque…

In pratica, non c’è una regola per “il posto perfetto in cui scrivere, come e quando farlo”, in quanto ognuno di noi è diverso ed ha esigenze diverse. Bisogna solo capire cosa ci fa stare bene e credo che, in fondo, questo valga per tutto!

STO ASCOLTANDO: “Ghost love score” – Nightwish

STATO MENTALE: tendenzialmente incaxxata

FATTORI DI DISTURBO: 8/10

AZIONE COMPIUTA (o da compiere): alla ricerca del luogo perfetto in cui scrivere senza essere disturbata.

Appunti di scrittura: #5

Per chi inizia a scrivere sono molti i consigli degli esperti. Quello più famoso è “Scrivi di ciò che conosci” ed è un ottimo consiglio perché, a meno che tu non sia uno studioso, ad esempio, della storia della Prima Guerra Mondiale, proporsi di scrivere un romanzo storico ambientato in quel periodo, non è una grande idea…

Si rischia di incorrere in errori cronologici (come minimo) o solo di impelagarsi nella grandiosità del progetto e non andare avanti, arenandosi in un mare di parole vuote…

Per quanto riguarda me, beh… Io conosco bene la mia immaginazione. Per questo, per il mio primo romanzo, ho creato appositamente ambientazione, cultura, usi e costumi… “IL SIGILLO DEL DRAGO INFINITO” è quindi il primo risultato (avevo scritto altre storie prima di quella, ma senza mai concluderle davvero) di tutte le mie letture di ragazzina, dei miei sogni e anche della mia visione del mondo. Volevo scrivere il romanzo che mi sarebbe piaciuto trovare in libreria!

Adesso che sto scrivendo il mio quinto romanzo, sono convinta che quel consiglio valga sempre. Inoltre, so che non si finisce mai di imparare (ecco perché amo leggere!), di limare il proprio stile, di mettersi alla prova…

Ma adesso torno a scrivere!

STO ASCOLTANDO: “From the inside” – Linkin Park

STATO MENTALE: determinata

FATTORI DI DISTURBO: 4/10

AZIONE COMPIUTA (o da compiere): scrivere come se ne andasse della vita! XD

Appunti di scrittura: #4

Non capisco chi dice di voler fare lo scrittore e non ami leggere… Per me è un controsenso. È come voler fare lo speleologo soffrendo di claustrofobia o il macellaio pur essendo vegano…

Per scrivere bene bisogna “allenare” la fantasia, così come un culturista fa pesi in palestra o un pugile col sacco. Ed il modo migliore per sviluppare l’immaginazione, creare uno stile personale e affinare le proprietà linguistiche è LEGGERE, LEGGERE, LEGGERE!

Non c’è un altro modo. Non ci sono scorciatoie. Scrivere non è “facile”. Non basta avere un’idea, ma bisogna saperla esporre in maniera coinvolgente.

Personalmente leggo di tutto e prendo appunti sulle cose che stuzzicano la mia curiosità (non solo su ciò che leggo, ma in qualsiasi campo). Non si sa mai cosa può stimolare una buona trama o un colpo di scena per un romanzo.

Per questo ho un quaderno dedicato agli appunti del romanzo a cui sto lavorando e un altro “generale” in cui trascrivere le curiosità. Sono diventata una strana enciclopedia di fatti più o meno bizzarri!  XD

Così quando ho bisogni di trovare una soluzione, di superare un impasse, prendo il mio bel quadernetto delle stranezze e rileggo i miei appunti…

STO ASCOLTANDO: “Lady Hawke” – colonna sonora

STATO MENTALE: contemplativo

FATTORI DI DISTURBO: 7/10

AZIONE COMPIUTA (o da compiere): leggere appunti sulle curiosità.

Appunti di scrittura: #3

Ho scritto un bel pezzo (non un capitolo, come avrei voluto, però), arrivando anche ad una piccola rivelazione importante.

In un romanzo come quello che sto scrivendo, di fantascienza, tecnologia avveniristica e avventura adrenalinica è importante non dilungarsi in spiegazioni, “annoiare” con cose troppo scientifiche.

Ammetto che l’unica ambientazione di questo romanzo mi sia un po’ pesata (mi piace descrivere mondi diversi, con caratteristiche uniche), ma confido di essere riuscita a sopperire alla mancanza di “paesaggi” con avvenimenti incalzati e situazioni sorprendenti… Ci spero proprio…

In ogni caso, so che mi complico la vita, ma, dopo aver scritto di getto il pezzo al computer, lo “rivedrò” riscrivendolo a penna sul quaderno… Perché, sì, sono masochista! XD

Tengo aggiornato sia il file sul computer che il quaderno in cui scrivo a mano, in modo che possa usare l’uno o l’altro a piacimento. Perdo tempo, ma così correggo errori, sviste e concetti. Mi è capitato di aggiungere frasi in questa fase o di toglierne altre, di rivedere idee o renderle più chiare…

E’ come editare prima di aver finito il romanzo. Ciò dovrebbe facilitarmi quando avrò concluso davvero.

STO ASCOLTANDO: “Enjoy the silence” – Lacuna Coil

STATO MENTALE: Rassegnato e attento

FATTORI DI DISTURBO: 5/10

AZIONE COMPIUTA (o da compiere): Trascrizione del pezzo scritto al computer e correzione di errori.

Appunti di scrittura: #2

La prima cosa da fare per rimettersi in “carreggiata” è riordinare le idee…

Ecco come cercherò di riguadagnare l’ispirazione:

  1. Tentare di risolvere le faccende quotidiane più incombenti, che potrebbero distrarmi, il più velocemente possibile (impresa titanica!)
  2. Preparare tutto il materiale che può servirmi, per non doverlo cercare mentre scrivo (appunti, penne, matite, dizionari, libri vari di consultazione, ecc.).
  3. Assicurarsi di avere la batteria del portatile carica (in caso di fuga! XD).
  4. Spegnere collegamento WiFi e Smartphone (ovvio il perché… Rischio di distrarmi da sola!)
  5. Rileggere gli appunti (spesso brani scritti nelle ore più strane o nei posti più inaspettati).
  6. Compilare una scaletta degli eventi da scrivere in modo chiaro e leggibile.
  7. Chiudere la porta della stanza (…No, questo, nel mio caso, meglio non farlo… La mia porta chiusa attira più del miele con gli orsi…)
  8. Mettere una colonna sonora adeguata.

…E così spero di poter iniziare a scrivere in santa pace!

STO ASCOLTANDO: “Right here, right now” – Fat Boy Slim

STATO MENTALE: Concentrato/ Impegnato

FATTORI DI DISTURBO: 6/10

AZIONE COMPIUTA (o da compiere): Scrivere un pezzo su Zohya e Danmar per il seguito di “Nuova Era”.

 

Appunti di scrittura: #1

Sapete quel “momento” in cui gli astri sembrano allinearsi, le muse ti sorridono e tutto, dico tutto, pare combaciare e cospirare perché tu possa dedicarti a ciò che ti appassiona? Quel “momento” in cui la tua penna (o le tue dita sui tasti del computer) non smette di danzare sul foglio, mettendo nero su bianco il tuo estro creativo? Avete presente quel “momento” di beatitudine? Sì? Beh, io no!

Da un bel po’ infatti non riesco a mettermi alla scrivania senza interruzioni di alcun tipo e dedicarmi totalmente alle mie storie.

Crisi del foglio bianco? Blocco dello scrittore? Macché!

L’immaginazione c’è, le idee pure, è il tempo che manca! Dovrei scrivere di notte, ma arrivo alle ore notturne così stanca che, malgrado la mia cronica insonnia, non riesco a concentrarmi.

Per questo, ho deciso che da oggi cercherò di strappare via letteralmente il tempo alle tirannie giornaliere per potermi dedicare ai miei romanzi. Lo devo a chi pazientemente aspetta di conoscere il proseguo delle avventure fra le stelle di Danmar e Zohya o delle peripezie dei gemelli Xaver e Alwaid fra intrighi e misteri…

Come da titolo del blog, ho quindi intenzione di tenere realmente un diario (non proprio giornaliero), o meglio degli “Appunti di scrittura” (proprio come tengo degli “Appunti di lettura”) in cui esprimere le emozioni e i pensieri annessi alle mie vicissitudini come scrittrice e, magari (chissà!), qualche anticipazione sui miei romanzi, in attesa di pubblicare nuovamente…

Quindi, ecco la prima nota, quella dei propositi! ^_^

STO ASCOLTANDO: “Hero” – Chad Kroege & Josey Scott

STATO MENTALE: Speranzoso

FATTORI DI DISTURBO: 7/10

AZIONE COMPIUTA: Revisione appunti di fantascienza

Prossimi Articoli più recenti