Mitologia: I personaggi della Guerra di Troia – Elena

Helen_of_Troy,_De_MorganSappiamo tutti chi fu nella mitologia Elena. Fu la causa della guerra di Troia, la donna ambita da Paride e Menelao, ma vediamo, in particolare, cosa dice la leggenda di lei.
Potremmo cominciare dal suo concepimento che fu ben lontano dall’essere normale. Zeus, il divino farfallone, sapeva che Leda era fedele a suo marito Tindaro, ma sapeva anche che ella aveva una passione smodata per i cigni. Quindi le si presentò come il più bel cigno esistente ed ella cedette… Bah, dirsi strano è poco! È la stranezza non finisce qui…
Leda rimase incinta ed infine partorii due uova! Sì, proprio così! In uno c’era Elena e Clitennestra, nell’altro Castore e Polluce (i Dioscuri).
Elena era di una bellezza straordinaria, al punto di essere considerata la donna più bella del suo tempo e come tale, giovanissima, attirò l’attenzione di Teseo che la rapì. I suoi fratelli però subito accorsero a liberarla e lei fu data in sposa, da Tindaro, marito della madre, a Menelao, re di Sparta. Un’altra leggenda vuole invece che Menelao vinse il diritto di sposare Elena ad una gara a cui parteciparono molti re e principi. Comunque sia andata, di fatto ella sposò Menelao e durante un’assenza del marito conobbe Paride, figlio di Priamo. C’è chi dice che egli la rapì, altri che Elena trovò il vero amore nel principe troiano ma, in ogni caso, entrambi lasciarono Sparta con la nave carica di molti tesori. Ciò diede origine, mitologicamente parlando, alla famosa guerra di Troia durata dieci anni. Da Paride, Elena ebbe cinque figli: Corito, Agavo, Ideo, Bunico ed Elena. Paride durante la guerra morì ed ella sposò Deifobo, altro figlio di Priamo. Ma quando Troia fu presa, Elena aiutò i Greci e consegnò loro Deifobo… C’è chi dice che fece lo stesso anche coi figli avuti da Paride, ma stendiamo un velo pietoso… Tornò in Grecia con Menelao, dopo ben otto anni di navigazione. Fin quando fu in vita il marito, ella visse in pace, poi i figli di lui la scacciarono ed Elena cercò rifugio a Rodi dove però l’impiccarono…

Annunci

Oroscopo Maya

maya Ecco un altro oroscopo che ha attirato la mia attenzione cercando su internet.
I Maya erano un popolo alquanto enigmatico, molte cose sono ancora sconosciute di loro, altre sono soggette a discussioni fra gli studiosi, di certo si sa che essi possedevano un calendario di elevata precisione, questo grazie agli astrolabi con cui studiavano i movimenti dei corpi celesti, così da poter determinare solstizi ed equinozi, fasi lunari, ecc… E queste informazioni servivano a prevedere il futuro e a fissare le date in cui celebrare cerimonie in cui spesso facevano sacrifici umani agli dei…
I Maya avevano due tipi di calendari, uno di tipo civile (Haab) e uno di tipo rituale (Tzolkin) e li usavano entrambi come se fossero uno solo. Esisteva anche l’anno lunare composto da 13 mesi di 28 giorni ciascuno, a cui era associavano un animale guida, appunto il segno zodiacale Maya.

Kibray (Lucertola) 
Dal 14 dicembre al 10 gennaio
Prima regola di una persona nata sotto questo segno: non fermarsi mai, trovare sempre qualcosa di meglio, rendere migliore la propria vita, sempre. In campo affettivo questa caratteristica rovina molti rapporti e per i partner delle Lucertole non è mai semplice convivere con questo senso perenne di incertezza. Chi nasce sotto questa luna non è mai domo, è innocente ed ha una grande capacità di donarsi agli altri. La professione che meglio può soddisfare la continua necessità di cercare se stessi nel mondo delle Lucertole può essere per esempio l’archeologia. Molti dettagli della loro personalità sono apprezzati da coloro che amano la libertà.

Batz (Scimmia)
Dall’11 gennaio al 7 febbraio
I nati sotto questo segno sono simpatici, burloni e sempre con il sorriso sulle labbra.
Molto socievoli e disinvolti sanno anche essere romantici ma spesso peccano di superficialità in campo affettivo. Un’altra importante caratteristica delle Scimmie è la forza fisica e l’energia che però, se non contenuta, può portare a grossi danni che frequentemente si ripercuotono proprio su loro stessi. La professione più coerente con le aspettative di chi nasce sotto questa luna è sicuramente legata allo sport, in qualsiasi forma. A volte possono sembrare un po’ irruenti però queste persone sono molto coraggiose e spesso motivate da ottimi e onorevoli propositi: sono i paladini dell’allegria.

Coz (Falcone)
Dall’8 febbraio all’8 marzo
Il falcone è sempre stato considerato un essere sacro per i Maya ed, infatti, i nati sotto questo segno sono accompagnati dalla fortuna che solitamente irradia anche chi sta loro accanto. La forza del segno del Falcone risiede nelle sue ambizioni che sono spesso li costringono a grandi prove, che però superano con caparbietà. Un’altra caratteristica tipica di questo segno è il grande senso di responsabilità che di frequente viene male interpretato dagli altri che lo vedono eccessivamente apprensivo. I nati sotto la luna del Falcone sono anche restii a seguire gli ordini che vengono dati loro, per la loro ostinazione pagano spesso anche per colpe non proprie. Le persone di questo segno spiccano frequentemente in lavori di concetto e umanistici.

Balam (Giaguaro) 
Dal 9 marzo al 5 aprile
Grandi seduttori con capacità di mettere l’anima in ogni storia che portano avanti, i Giaguari hanno però le proprie idee, spesso non sono condivisibili, ma che portano fino in fondo senza guardarsi indietro. Il partner di chi nasce sotto questa luna è spesso circondato dalla sua aura di altruismo e rabbia per le ingiustizie, cosa, peraltro, che è il Giaguaro mostra in tutti i suoi rapporti, anche di amicizia. I Giaguari odiano i condizionamenti e la loro necessità di libertà supera spesso ogni altra cosa, possiedono infatti un’anima ribelle e pronta all’evasione dal quotidiano. Questo segno è favorito nei lavori di creatività, sociali e di gruppo.

Pek (Volpe)
Dal 6 aprile al 3 maggio
La volpe è solitamente identificato come un animale furbo e approfittatore, ma questo segno non è affatto condizionato dall’egoismo e raramente approfitta degli altri per soddisfare i propri fini. Chi nasce sotto questa luna è infatti una persona dall’animo d’oro sempre pronta a dare una mano. In amore le Volpi sono piuttosto fedeli, si concedono pochissimi colpi di testa, si affeziona, si sposano e vivono felici e contenti di solo amore. Per nulla maliziosi e con grande intuito, le Volpi, adorano la tranquillità, il decoro e la discrezione. Molto legati alla natura, sono spesso propensi a scegliere lavori non competitivi ma di grande utilità, in particolare dal punto di vista ecologico o umanistico.

Kan (Serpente)
Dal 4 maggio al 31 maggio
I nati sotto la luna del Serpente, molto difficili nei gusti, sono frequentemente ricercati per il loro savoir-faire e il carisma irresistibile. Esteti, raffinati e anche un po’ snob riescono sempre a emergere per le loro doti e il charme. Molte persone si sentono sedotte e abbandonate da questo segno nonostante tra le sue caratteristiche ci sia anche una forte intelligenza sociale. Mai sfidare un Serpente, metterebbe in campo tutte le armi a sua disposizione, la tendenza a prevalere è fortissima, anche in modo poco etico ma mai senza classe. Se pensate che il Serpente sia tutta apparenza allora vuol dire che non ne avete mai affrontato uno! Il campo preferito dal segno è la moda e il mondo della pubblicità o della comunicazione.

Tzaub (Lepre) 
Dall’1 giugno al 28 giugno
Il segno della Lepre eccelle nell’arte della comunicazione e primeggia in tutti i lavori connessi alle relazioni pubbliche. Attivi e pieni di energie, odiano la solitudine. Spesso con la testa tra le nuvole, dimenticano impegni importanti e si stupiscono se non riescono a realizzare i loro sogni. I nati sotto questa luna danno grande valore all’amicizia e sono spesso disposti a cambiare idea o a cedere a compromessi per favorire le persone a cui vogliono bene. Instancabili ottimisti cercano sempre una ragione positiva per andare avanti, lottano per un futuro migliore e ciò li avvantaggia nell’affrontare la vita.

Aak (Tartaruga)
Dal 29 giugno al 26 luglio
Professori per natura, le Tartarughe sanno però essere umili e donare la loro conoscenza e il loro incondizionato aiuto alle persone che li circondano. Sono pazienti, riflessivi e, come il segno della Volpe, in amore preferiscono decisamente i rapporti stabili e duraturi. Saggi e sereni, nutrono una autentica passione per le piccole bellezze della vita e sanno approfittare anche dei momenti meno positivi per godersi il riposo e la tranquillità. Attenzione però: questo segno è anche capace di imporsi con convinzione quando vengono toccati i propri valori… pazienti si, ma non burlatevi di loro o saranno grossi guai.

Tzootz (Pipistrello) 
Dal 27 luglio al 23 agosto
Imprenditori di se stessi, i Pipistrelli sono sempre stati considerati “eroici” dai Maya. Molto spirituali ma concreti nella vita, sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista sentimentale, sono spesso sconsiderati nei loro atteggiamenti ma in loro regna sempre un grande equilibrio. Cercano e trovano rispetto in ogni contesto e situazione. Molti Pipistrelli sono leader naturali, il loro carisma li porta ad affrontare ogni problematica con forza mentale ed energia elevata. Nel lavoro spiccano per le loro doti ma difficilmente riescono ad accettare la subordinazione, preferiscono quindi mansioni che garantiscono autonomia nelle decisioni.

Dzec (Scorpione)
Dal 24 agosto al 20 settembre
Chirurgici in ogni decisione, gli Scorpioni dei segni Maya sono pazienti e allenati alla vita. Estremamente intelligenti, sin da piccoli dimostrano le loro spiccate doti mentali e stupiscono con i loro ragionamenti sempre sensati. I nati sotto questa luna posseggono anche una grandissima capacità di non scordare le cattiverie subite. Questa caratteristica fa intuire quanto questo segno si curi di selezionare con grande attenzione le amicizie. Spesso chiusi e timidi ma con grande serenità interiore, sono frequentemente male interpretati da chi li guarda in modo superficiale. Nel lavoro e in amore sono razionali e costanti portando grande serenità a chi li frequenta.

Keh (Cervo)
Dal 21 settembre al 18 ottobre
I tratti principali del segno del Cervo sono l’empatia e l’incantevole capacità di presentarsi al meglio. I Cervi sono persone eccezionali, con grande sensibilità nei confronti degli altri. A volte un po’ presuntuosi e sicuramente poco puntuali, spesso possono infastidire i poco pazienti. E però vero che i Cervi fanno molta fatica ad accettare uno sgarro e soffrono molto per i torti subiti. Da non sottovalutare l’incredibile capacità di attrarre di questo segno che, insieme ai Giaguari, è il segno più pericoloso per quanto riguarda i rapporti di coppia o in ogni caso sentimentali: si può impazzire per un Cervo!

Moan (Civetta)
Dal 19 ottobre al 15 novembre
Restii ad aprirsi, quando lo fanno i nati sotto la luna Maya della Civetta sono assolutamente adorabili e ricchi di esperienze interessanti. In assoluto il segno più profondo e misterioso dell’oroscopo Maya, sono in grado di intuire pensieri e personalità anche solo con una rapida occhiata ai movimenti e alle espressioni delle persone. In amore sono inizialmente freddi ma riescono a dare il meglio di loro quando si sentono davvero apprezzati e amati. I lavori più indicati per questo segno sono quelli legati alla percezione delle necessità umane: medicina o psicologia. Conquistarli è difficile ma molto appagante.

Kutz (Pavone)
Dal 16 novembre al 13 dicembre
Anche nella simbologia Maya il Pavone identifica le persone che tengono al loro aspetto e ad apparire sempre in forma in ogni occasione. Propensi a comandare ma smisurati in molti comportamenti, i nati sotto il segno del Pavone tendono a spiccare in società grazie alla loro capacità di trovarsi sempre al centro dell’attenzione. Molto passionali in amore e capaci di competere con chiunque per ottenere le loro “prede”, molti Pavoni sono riusciti a emergere nel mondo del cinema e in generale dell’intrattenimento. Spesso votati all’arte, hanno una forte sensibilità creativa che li rende ancora più attraenti ed intriganti.

L’oroscopo cinese

12anni Continua la mia ricerca di oroscopi curiosi ed il mio sguardo non poteva certo ignorare il famoso oroscopo cinese, quello che si basa sulla associazione della nostra data di nascita con un ciclo di tempo in particolare dipendente dai movimenti della luna. Ogni ciclo dura 60 anni ed è composto da 5 cicli semplici di 12 anni ciascuno. Ai segni zodiacali dell’oroscopo cinese è legata una leggenda. Si narra infatti che quando Buddha si preparava a lasciare la terra chiamò a sé tutti gli animali del globo, ma solo 12 andarono a offrirgli il saluto. E per ringraziarli il Buddha decise di chiamare ogni anno del ciclo lunare con il nome di ciascuno dei 12 animali accorsi. Si dice che degli animali il furbo e veloce topo arrivò per primo, mentre l’attento bufalo giunse per secondo. Poi seguirono l’intrepida tigre, la pacifica lepre ed il drago. Sesto fu il serpente, poi l’atletico cavallo e la capra. Arrivò poi l’astuta scimmia ed il coloratissimo gallo, il cane e, appena in tempo per salutare il Buddha, arrivò il cinghiale… Così ebbe inizio lo zodiaco cinese ed i suoi 12 segni. Come tutti gli oroscopi, l’animale che domina l’anno in cui sei nato influenza il tuo carattere ed il tuo destino… Per chi ci crede, naturalmente, per gli altri può essere un divertente gioco…

Essendo legato all’anno di nascita, per calcolare il segno, vi rimando ad un altro sito…
http://www.oroscopi.com/cinese2.html
La sottoscritta è del Gallo…

Oroscopo Arabo

58b3d9d58966499e933d523381625c3c-1 Nella mia solita ricerca di ciò che è particolare e curioso, ecco un altro oroscopo che, sempre col beneficio del dubbio, vi ripropongo per divertirci un po’…

L’oroscopo arabo, al contrario di altri, non fa riferimento alle costellazioni o agli animali per attribuire una personalità, ma alle armi bianche… Sì, proprio così! I segni sono divisi in tre gruppi: armi corte (coltello, pugnale, coltellaccio e sciabola), armi medie (mazza di ferro, clava, ascia e catena) e armi lunghe (spada, lancia, fionda e arco)… Al primo gruppo appartengono persone che, meno favorite dalla sorte, dovranno lottare più degli altri per raggiungere le mete desiderate. Chi è del secondo gruppo invece, è combattuto fra l’accettare una vita tranquilla o farsi trascinare dall’ambizione. Questa lotta interiore può diventare motivo sia di ascesa che di caduta. Mentre chi appartiene al terzo gruppo ha solitamente una grande fiducia in se stesso e utilizza la propria energia per raggiungere ideali spirituali o per ottenere il potere, il comando e l’agiatezza.

Comunque, vediamo i segni uno ad uno…

LANCIA(dal 22 dicembre al 20 gennaio)

Chi nasce sotto questo segno è intelligente, raffinato e affascinante. Nel lavoro è brillante e ambizioso, ma l’innata prudenza gli impedisce di gettarsi nelle situazioni rischiose, anche se la sua vanità lo fa spesso emergere al di sopra degli altri, fino a restare solo. In amore è un insicuro che si abbatte alle prime difficoltà, fortunatamente il senso dell’umorismo e la passionalità lo aiutano a conquistare la persona desiderata.

FIONDA(dal 21 gennaio al 18 febbraio)

I nati sotto questo segno sono onesti, leali anticonformisti e spesso creativi e geniali. Non aspirano al potere perché, essendo degli idealisti, per loro è più importante difendere i deboli, smascherare i soprusi e non accettare i compromessi. Anche nella vita affettiva cercano un partner che abbia i loro stessi ideali e al quale dedicano slanci appassionati e continue attenzioni.

ASCIA(dal 19 febbraio al 20 marzo)

Chi appartiene a questo segno è un intellettuale, un mistico, un sognatore, spesso un artista. Purtroppo può perdere il contatto con la realtà e affidare la gestione della sua vita e dei suoi beni agli altri, dato che è fondamentalmente ottimista e fiducioso. Questo può portare a delusioni, ma i loro solidi principi morali e le forti amicizie, gli faranno superare i momenti peggiori. Sono difficilmente preda di grandi passioni, però la sensibilità che li contraddistingue li rende piacevoli e raffinati.

PUGNALE(dal 21 marzo al 20 aprile) 

Il nativo di questo segno è onesto, leale e testardo. Dotato di senso pratico e coraggio, difetta in diplomazia e la sua energia ed esuberanza devono essere ben indirizzate per non diventare aggressività. Non è molto ambizioso e preferisce le attività indipendenti o l’artigianato. Molto esuberante sessualmente, è portato ad avere più di un’avventura alla volta. Ma se si innamora diventa fedele e molto affettuoso.

CLAVA (dal 21 aprile al 21 maggio)

Coloro che nascono in questo segno sono calmi, oculati, amanti della vita tranquilla e detestano le complicazioni e i cambiamenti. Nel lavoro sono precisi, meticolosi, organizzati e incorruttibili. Infatti la loro filosofia è di cercare di conservare la pace interiore, piuttosto che inseguire il successo ed essere preda di nevrosi da arrivismo. Per loro è molto importante la famiglia e la stabilità affettiva. Amano le riunioni intorno alla tavola imbandita, con le conseguenze che ne derivano per la linea.

MAZZA DI FERRO(dal 22 maggio al 21 giugno)

Chi nasce sotto questo segno è estroverso, testardo, a volte incoerente, ma sa adattarsi alle circostanze facendole diventare positive per lui. Non ama imporsi, ma in caso di necessità, sa comandare e scatenarsi in discorsi trascinanti. E’ portato per le professioni attinenti al commercio, alle comunicazioni e ai contatti con gli altri. Di natura romantica, ama la famiglia soprattutto numerosa. Gli piace anche circondarsi di amici e dare feste.

COLTELLACCIO(dal 22 giugno al 22 luglio)

I nati in questo segno sono generalmente ordinati, riflessivi, metodici e tradizionalisti. Amano la compagnia, ma raramente sono brillanti. Sono dei lavoratori precisi e instancabili, ma non ambiziosi. Sono portati alle attività legate alla casa e possono diventare architetti, antiquari o arredatori. Anche il mare li attrae, però solo i più coraggiosi diventano marinai, perché non amano viaggiare a lungo. Molto legati alla famiglia, sono fedeli e pretendono lealtà assoluta.

SPADA(dal 23 luglio al 23 agosto)

Chi nasce sotto il segno della Spada è autoritario, perfezionista, orgoglioso e ambizioso. Spesso detiene il potere sociale o economico, raramente quello intellettuale. In ogni caso gli piace sentirsi al centro dell’attenzione e circondarsi di persone importanti. Naturalmente ama i posti da dirigente dato che non riesce ad essere un esecutore di ordini. Molto generoso, difficilmente riesce ad esprimere le forti passioni che lo agitano e lo portano ad avere avventure senza significato.

COLTELLO(dal 24 agosto al 23 settembre)

Le persone nate in questo segno sono emotive, fataliste e contemplative Molto sensibili alle bellezze della natura di solito hanno doti artistiche che non sanno sfruttare economicamente. Non amano lottare per raggiungere posti di prestigio, anzi molti di loro preferiscono diventare asceti o guru pensando di eliminare dalla propria vita i problemi materiali. Difficilmente passionali, ma convinti di essere amanti perfetti, preferiscono partner che non danno problemi.

CATENA (dal 24 settembre al 23 ottobre) 

I nati sotto questo segno sono dei diplomatici capaci di adattarsi alle situazioni e di trarre vantaggi dagli eventi. Le loro attività sono legate alla bellezza, dato che sono degli esteti che amano le cose belle e preziose. Così fra loro troveremo artisti, stilisti e perfino chirurghi plastici, tutte attività lucrose perché questo segno desidera condurre un’esistenza agiata. Molto sensibili, affettuosi e passionali, amano circondare il partner di attenzioni e di lusso.

SCIABOLA(dal 24 ottobre al 22 novembre)

E’ molto complessa la personalità di chi appartiene a questo segno. Infatti è enigmatico, affascinante, intuitivo e dotato di grande spirito di osservazione. Spesso sfrutta le sue doti per raggiungere delle mete che per altri sarebbero impossibili. Può diventare un ottimo militare, un chirurgo, un dirigente o dedicarsi alle arti occulte. Ha successo in amore ed è molto passionale, ma i suoi sbalzi di umore rendono la vita difficile a chi gli sta accanto.

ARCO(dal 23 novembre al 21 dicembre)Chi nasce sotto quest’arma è brillante, intelligente, dotato di forza di volontà e magnetismo. Ma queste doti lo fanno a volte rimanere solo perché le sue considerazioni troppo lucide superano i limiti della gente comune. Eppure gli piace molto la compagnia e ama circondarsi di parenti e amici.Qualsiasi carriera intraprenda spesso raggiunge la celebrità. In amore è romantico, appassionato e generoso, ma spesso infelice perché tormentato dalla ricerca del partner ideale.

L’oroscopo orientale

rashisAffascinata ma anche un po’ scettica riguardo agli oroscopi, ho fatto nuove ricerche ed ecco che ho scovato l’oroscopo orientale, credo indiano… Per questo oroscopo, a determinare il carattere di ognuno di noi sono le fasi lunari e non i moti dei pianeti. Ma più che determinare, principalmente forniscono delle indicazioni, delle tendenze sul nostro essere… Beh, almeno non è un oroscopo presuntuoso!!

Il numero dei segni è come quello nostro e anche molti nomi coincidono, ma cambiano le date… Ecco riportato, di seguito, il frutto delle mie ricerche sul Web:

MESHA (L’Ariete) nati tra il 15 aprile e il 15 maggio

Ambiziosi di successo

Non c’è dubbio, la vostra forza mentale vi aiuta a portare avanti i vostri progetti nel modo migliore. Siete talmente ambiziosi che non mollate la presa per nessuna ragione al mondo, anche a costo di lasciarci le penne. Possedete un eccellente senso di iniziativa che vi permette di essere un leader incontrastato. Il vostro bisogno di essere per forza degli accentratori vi porta anche a possedere, nei limiti del possibile, il meglio di tutto, che sia l’ultimo modello di un’automobile o il capo di abbigliamento alla moda. In compenso, in amore, siete davvero assai fedeli.

VRISHABHA (Il Toro) nati tra il 16 maggio e il 16 giugno

Romantici ed esigenti

Segno per eccellenza della comunicazione, che regala a coloro che vi appartengono l’arte di esprimersi in pubblico. Allo stesso tempo, non amate né la negligenza, né le futilità. Se fate una cosa è perché ne siete convinti e, pur di permettere a chi vi sta vicino di essere economicamente protetto, non vi risparmiate nel lavoro. Una volta che qualcuno ha la vostra fiducia, gli aprite il vostro cuore. Siete anche dei grandi romantici e avete bisogno di vivere stupende storie d’amore. Se avete questa opportunità, diventate gli innamorati più fedeli in assoluto. Ad una sola condizione, che il vostro partner si dimostri all’altezza delle vostre aspettative.

MITHUNA (l’Unione) nati tra il 17 giugno e il 16 luglio

Simpatici camaleonti

Appartenete al regno delle ombre e della luce, al punto che chi vi è vicino si è ormai adattato alle vostre contraddizioni. Non c’è dubbio, rappresentate il segno contestatore e per questo non esitate a rimettere sempre tutto in discussione. Ma, allo stesso tempo, avete la rara dote di adattarvi a tutto, al punto da rassomigliare a un vero e proprio camaleonte. Ma il vostro punto forte è un altro: l’umorismo, che usate quando cercate di sedurre. In quel caso, è vero, siete quasi irresistibili e adorate che qualcuno sia disposto a fare carte false per voi.

KATAKA (il Cancro) nati tra il 17 luglio e il 17 agosto

Attratti dal mistero

La luna regna incontrastata nel vostro segno. E ciò vi rende sensibili e affascinati dal mistero. Ciò vi porta ad essere estremamente selettivi: i vostri amici, non per nulla, si contano sulle dita di una mano. Siete attaccati alle vostre origini; per questo, prima tra tutti i vostri interessi c’è la famiglia. E siete talmente attaccati ad essa, da temere costantemente di essere abbandonati. Essere separati da ciò che amate, che sia una persona o la vostra attività, vi risulta insopportabile. E la vostra vita appartiene esclusivamente a voi ed alla persona che ha deciso di condividerla: al di fuori di ciò, quasi nulla esiste ai vostri occhi.

SIMHA (il Leone)  nati tra il 18 agosto e il 17 settembre

Allergici ai compromessi

Leali e allergici a ogni forma di interesse puramente meschino, siete abituati a comunicare in modo diretto. Non sopportate i compromessi, al punto che possono frenarvi sulle decisioni da prendere. Siete sempre elegantissimi, anche se dovete solo andare a comperare il giornale. Il denaro è lo scopo di ogni guerra. Nei sentimenti non girate mai attorno al problema, ma lo affrontate direttamente. E se qualcuno si mette in testa di resistervi, i vostri stimoli crescono a dismisura. Non per nulla, il desiderio e il piacere sono i vostri cavalli da battaglia. Ciò vi rende indubbiamente affascinanti, ma vi si può credere, quando giurate fedeltà all’altra persona?

KANYA (la Fanciulla)  nati tra il 18 settembre e il 17 ottobre

Amanti della solitudine

State sempre con il naso in mezzo ai libri, ansiosi di acquisire quelle conoscenze che collimano con le vostre ambizioni. Siete rigorosi e la vostra quotidianità è regolata come le lancette di un orologio. Da ciò si deduce che siete puntuali e che ogni azione per voi si trasforma in una vera e propria missione. Suscettibili, rifiutate il concetto del tradimento, soprattutto se ha a che fare con il mondo degli affari e del denaro. Soffrite i giudizi e le critiche altrui. Per questo preferite contare solo su voi stessi ed agire da soli. Certo, non disprezzate la vita coniugale, ma a patto che venga costruita e portata avanti su principi leali e concreti, altrimenti non avete paura di confrontarvi con la solitudine.

TULA (la Bilancia)  nati tra il 18 ottobre e il 16 novembre

Amici per sempre

I rapporti umani vi appassionano e amate circondarvi di amici fedeli, felici di condividere con loro i momenti più belli. Siete così attaccati che non sopportate l’idea di dover affrontare delle rotture, di qualsiasi genere. Piuttosto che dare un taglio netto, preferite vedere svilire la situazione. Per questo, non esitate a mettervi spesso in questione per tracciare un bilancio esistenziale. Il vostro cuore è grande e manifestate sempre una grande bontà, ma state attenti: non tutti sono come voi e ci potrebbe essere sempre qualcuno pronto ad approfittarsi della vostra generosità.

VRISCHIKA (lo Scorpione)  nati tra il 17 novembre e il 16 dicembre

Orgogliosi e diffidenti

Shiva, il dio che annienta per costruire meglio, governa il vostro segno zodiacale. Come l’acqua dei fiumi, siete sempre in movimento: ma nessuno può conoscere le profondità della vostra anima. Chi vuole essere a conoscenza dei vostri segreti può restare sorpreso. Orgogliosi in apparenza, siete, in realtà, di una grande umiltà. Vi guardate bene dall’esprimere i vostri sentimenti, per il timore di essere circondati da falsi amici. Questo modo di comportarvi, inevitabilmente, rende complicate le vostre relazioni sentimentali. Il vostro motto potrebbe essere: «Né con te, né senza di te’, anche se la passione vi domina e vi porta a controllare coloro che riescono a fare breccia nel vostro cuore.

DHANUS (l’Arco)  nati tra il 17 dicembre e il 14 gennaio

Ottimisti e sorridenti

Ottimista di natura, vivete la vita fino in fondo, sempre con il sorriso sulle labbra. Questo perché possedete un entusiasmo infantile, quasi candido, convinti del fatto che tutte le cose migliori vadano a finire nelle vostre mani. E in fondo non avete torto, perché avete dalla vostra la capacità davvero unica di rinnovarvi continuamente. Ma è anche vero che ciò non è molto rassicurante per chi vive la vita con voi: per fortuna il più delle volte, vi accorgete dei vostri errori e li modificate appena in tempo. Non si può dire lo stesso, invece, sul piano finanziario, visto che insistete nel prendere continuamente rischi inutili. In amore, poi, avete bisogno di ammirare una persona per amarla davvero e siete attirati soprattutto da coloro che si comportano in modo strano.

MAKARA (il Drago)  nati tra il 15 gennaio e il 13 febbraio

Ordinati e metodici

Attraversate sempre una fase difficile prima di venire a capo di una situazione o di un problema. In quei frangenti, coloro che vi sono più vicini pensano che voi brancoliate nel buio eppure, siete maturati in fretta, entrando ben presto nel mondo degli adulti. Ma ciò vi ha privato di quasi tutta la fantasia. Alle stesso tempo, siete organizzati e metodici, due doti che vi permettono di compiere lunghi passi nel mondo professionale. Sul piano sentimentale, sembrate essere rassicuranti, a volte quasi freddi. In compenso, durante la notte, vivete sogni fantastici. E se invertiste, di tanto in tanto, la notte con il giorno? Un po’ di follia alla luce del sole non guasta mai…

KUMBHA (l’anfora) nati tra il 14 febbraio i il 14 marzo

Assetati di libertà

Vi siete fatti la fama di personaggi anticonformisti. Ma dietro questa immagine, si cela una personalità sorprendentemente conservatrice. Strattonati tra un grande bisogno di spazio e il desiderio di essere protetti, innalzate intorno a voi un cerchio di amicizie, riparo contro tutti i pericoli della vita. La libertà è la vostra bandiera: rispettate i vessilli altrui, a patto che vengano sventolati come fate voi. Curiosi di natura, preferite apprendere per perfezionare le vostre conoscenze. Anche se sorridete spesso, le vostre risate sono in compenso abbastanza rare. In amore, poi, siete timidi, al punto che non osate prendere le debite iniziative.

MINA (il Pesce) nati tra il 15 marzo e il 14 aprile

Eterni innamorati

Se i nati sotto il segno di Vrischika rappresentano dei fiumi, voi siete un vero e proprio oceano. Non per nulla, a livello professionale, siete voi a tirare la carretta. Dissimulate appena, dietro una discrezione apparente, una natura orgogliosa. E se non osate “abbordare” apertamente gli altri, vi date da fare perché siano loro a venirvi incontro. Ma è anche vero che non vi dotate mai dei mezzi necessari per realizzare i vostri sogni. Un vero peccato, perché il vostro talento creativo ha estremamente bisogno di esprimersi. Per fortuna ci pensa l’amore a darvi una mano preziosa, a patto che il vostro partner sappia rassicurarvi, rispettando i vostri sogni e i vostri desideri. Insomma, con l’amore, nulla è impossibile.

Oroscopo giapponese

Gruppo-SanguignookFine dell’anno, tempo di oroscopi…

Spulciando fra le mille notizie, curiosità del Web, ho trovato qualcosa di interessante… anzi, di strano… Infatti, con il solito spirito di curiosità, dato il periodo dell’anno, ho cercato i vari tipi di oroscopi e, fra i più disparati, mi ha colpito quello giapponese… Beh, questo oroscopo non si affida alle stelle o costellazioni per assegnare delle caratteristiche, ma lo fa in base al gruppo sanguigno. Sì, del tipo: “Dimmi che sangue hai e ti dirò chi sei…”
Il gruppo sanguigno A determina persone perfezioniste, inflessibili e pedanti.
Il gruppo sanguigno B  determina persone indipendenti, impazienti, passionali, pigre e indiscrete.
Il gruppo sanguigno AB  determina persone oneste, forti, precise, pignole e razionali.
Il gruppo sanguigno O determina persone idealiste, sensuali e ambiziose.
Beh, che dire? Stravagante, forse, è la parola…

Lo sapevate che…

…che ogni 24 ore il nostro sangue, circolando dentro di noi, percorre 20 mila km: la metà della circonferenza terrestre all’equatore.

…che nella bandiera della Repubblica di Irlanda il verde rappresenta l’Irlanda cattolica, l’isola di smeraldo con la sua rigogliosa vegetazione, l’antica terra dei Celti, la tradizione, mentre il bianco è simbolo della pace e l’ arancio invece rappresenta l’Irlanda protestante ed è il colore della dinastia degli Orange (William d’Orange, re d’Inghilterra, sconfisse James II – cattolico – nella battaglia del Boyne del 1690)

…che Tolkien per scrivere “Il Signore degli Anelli” si è ispirato in grandissima parte alla mitologia irlandese.
 
…che Robespierre, il famoso rivoluzionario francese, era molto abile a confezionare merletti.

…che il Quirinale, in passato, è stato la residenza estiva dei Papi.

…che Regan fu il più anziano presidente eletto negli USA. Quando assunse la carica aveva 69 anni.

… che tirarsi con forza la barba, in epoca medievale, era segno di forte collera.

…che Charlie Chaplin ebbe ben undici figli da tre delle sue quatto mogli.
 
…che il 3 luglio 2002 le poste americane hanno emesso un francobollo dedicato a Houdini, il grande illusionista. Raffigurava uno dei suoi cartelloni preferiti.
 
…che Houdini, il grande illusionista, non morì nella cassa della tortura cinese dell’acqua, come nel film “Il mago Houdini”, con Tony Curtis del 1953, ma per una peritonite.
 
… che l’illusionista Houdini ha recitato in cinque film muti e ne scrisse qualcuno.
 
… che la stella di Harry Houdini sulla Hollywood Walk of Fame si trova al 7001 di Hollywood Boulevard.
 

Anaconda, tra mito e realtà

anaconda_0

Intorno a questo grande serpente si sono create numerose leggende. La filmografia ha contribuito ad aumentarne l’aura di paura e pericolosità facendone dei famigerati mangiatori di uomini, ma in realtà non si hanno vere notizie che ciò sia mai accaduto. Comunque, è un dato di fatto che è un animale che affascina per il mistero che lo circonda e per le sue dimensioni ragguardevoli.

È un serpente che vive prevalentemente nell’acqua. I fiumi, i ruscelli, gli stagni delle immense foreste tropicali sud americane sono il suo ambiente preferito. È un nuotatore agilissimo assai più rapido negli spostamenti quando si trova in acqua che quando sta sul terreno. È capace di rimanere a lungo in immersione. Sul suo dorso scuro spiccano grandi macchie nere e sui fianchi anelli scuri. Questo serpente, oltre a raggiungere una notevole lunghezza (sino a 7 metri), ha una mole notevole (anche 90 kg ). Il corpo ha una forma tozza e pesante che termina da una parte con una piccola testa e dall’altra con una brevissima coda.

Gli indigeni raccontano che nel grande serpente anaconda spesso usa nascondersi il potente spirito Tsunki. Si dice che Tsunki abiti sul fondo del fiume, in una casa il cui tetto è sorretto da serpi che, ritte sulla coda, fungono da pilastri. E la leggenda dice: “Se un anaconda rovescia una canoa, vuol dire che il suo proprietario ha offeso il grande spirito.”

I Druidi

druido2

Figure misteriose i druidi, ammantate di leggenda e a volte “prese in prestito” dal genere fantasy, ma cosa racconta di loro la storia?

Clero celta di grande cultura e complessità, i druidi si preparavano per 20 anni prima di occupare la loro posizione di custodi dei miti segreti della loro religione. Solo dopo aver superato prove di iniziazione, il druido entrava a far parte di una casta a sé, addirittura superiore a quella dei guerrieri. I druidi servivano la loro tribù non solo come sacerdoti, ma anche come giudici e storici.

Celebravano i loro riti religiosi, che contemplavano sacrifici umani, in fitte foreste (il “bosco sacro”). I sacrifici rituali tra i celti seguivano regole precise. Per esempio, sebbene le vittime fossero di solito arse vive, in gabbie di vimini a forma di enormi teste, questo destino era riservato ai prigionieri di guerra, tenuti in vita appositamente, e veniva raramente inflitto ai celti, per essere offerti come vittime innocenti.

Lo scrittore del I sec. a.C. Plinio il Vecchio ci da un’affascinante descrizione dei druidi che, in bianche vesti, celebravano la sesta notte del novilunio, tagliando un ramo di sacro vischio cresciuto su una quercia sacra (la parola “druido” significa “che conosce la quercia”, in gaelico, la lingua dei Celti della Britannia). Il vischio, secondo Plinio, veniva tagliato con una falce d’oro e posato su un mantello bianco steso per terra. Poi era usato per pozioni magiche. Sembra, quindi, che i druidi fossero anche dei guaritori, erboristi e maghi. I Celti erano per lo più analfabeti, ma i druidi sapevano leggere e scrivere, e molti conoscevano il latino, oltre alla loro lingua. Erano, inoltre, studiosi delle stelle. Non solo praticavano una forma astrologica di magia guardando la sfera di cristallo, ma avevano anche cognizioni di astronomia pari a quelle dei Romani. Il loro calendario, per esempio, si basava su un anno comprendente 12 mesi di 30 giorni, più alcuni giorni intercalari. Dopo la distruzione del centro religioso di Mona, tuttavia, il druidico perse la sua autorità e prestigio.

Di lì a qualche generazione i druidi erano scesi a un livello di poco superiore a quello di stregoni.

Il Tesoro di Alarico (370-410 d.C.)

tesoroNell’Agosto del 410, Alarico, re dei Visigoti, irrompe con i suoi entro le mura di Roma e mette a sacco la città. La capitale dell’impero, dopo ottocento anni, subisce l’onta dell’invasione e del saccheggio. Quali meraviglie e quali splendori si sarà portato dietro il re dei Visigoti che, dopo questa impresa, si mosse, con le sue schiere, verso il Mezzogiorno con lo scopo di indirizzarsi alle fertili sponde africane. Ma la scarsa esperienza di mare sconsigliò l’impresa, sicché, giunto alle coste calabri, decise di ripiegare. In questo luogo, in quello stesso 410, nei pressi di Cosenza, Alarico improvvisamente moriva di malattia. E qui la storia si ammanta di leggenda, infatti, si narra che il suo popolo, riconoscente, decise di deviare il corso del fiume Busento per fare nel suo letto una tomba degna di lui. Affinché nessuno la trovasse, il fiume venne riportato nel suo greto, nascondendo per sempre il re e la sua tomba. Si dice anche che Alarico fu seppellito con tutta la sua armatura e, con tutto ciò che, come re, gli toccava di parte del tesoro sottratto a Roma. E la tomba, dice la leggenda, è ancora là, sotto le acque del fiume Busento, con tutti i suoi tesori…

Chissà se oggi ci prendessimo la briga di usare tutta la nostra tecnologia, i fantastici computer o i satelliti, o qualsiasi diavoleria moderna, per sondare il greto del fiume Busento, troveremmo davvero qualcosa… Le leggende, si sa, sono solo tali, ma, a volte, hanno un fondo di verità. Quindi, e a me piace pensare che sia così, forse le spoglie del re visigoto ancora riposano sotto il corso del fiume, nascondendo i tesori di un tempo passato, come meravigliose testimonianze di uno splendore che non c’è più e che, forse, un giorno qualcuno scoverà… E sarà magari, un sognatore come me…

Voci precedenti più vecchie