Sentimento immortale

6939270444_769b18fbe4

Attraversò
nuvole di fuoco
in un manto
di polvere
e fumo.
Fu forestiero
nell’immutato
splendore
di mille
stelle
scarlatte.
Sopravvissuto
da tempi
di memorabile
orgoglio,
adesso
giace
supino,
in silente attesa,
e come
essere solitario
abita il fragore
del silenzio
in una mistura
di presente
e arcano…

M.S. Bruno
da “Clessidre Notturne”
Cercalo QUI

 

Annunci

Era notte…

space159-space-station-sunrise_39926_600x450

Era notte…
buio infinito,
calma spettrale…
Realtà conscia
d’immobilismo…
All’improvviso un bagliore…
Nuova luce
e nuovi colori
ed io fui forestiero
in un’inaspettata realtà…
Desideroso ancora
di quell’ombra,
mi trovai perso…
Eppure, in contrasto,
inconsciamente
cercai il sole…
Mi dissetai avidamente
alla sua luce
ascoltando parole
colme di speranza…
Furono ardite parole
vissute nello scandire
dell’alba…

M.S. Bruno
da “Clessidre Notturne”
Cercalo QUI

 

Dove nasce il vento

canne-al-vento

Dove nasce il vento
giocano le ombre
col destino degli uomini.
Lì giace il mio sogno.
Danza su note sottili,
note di flauto e lira
ed aspetta il mio ritorno.
Aspettami, mio sogno,
e nell’afa dolente
sarai come
lacrime di mare
sulle mie labbra,
in un bacio
fresco e sensuale.

M.S. Bruno
da “Clessidre Notturne”
Cercalo QUI

 

Pioggia

7009
Cade la pioggia…
Sussurra parole silenziose
in un viaggio dentro l’anima…
Rivivono immagini
nel suo lento cadere…
E sono pavimenti di muschio
fra ruderi
di un vecchio monastero…
Nel silenzio
la pioggia scava
profondi solchi.
Consuma la terra
come una lacrima
solca il cuore…
Cadono mille gocce…
E sono mille vite
in una storia
come mille voci
in uno sguardo…
Silenzi padroni di parole…
M.S. Bruno
da “Clessidre Notturne”
Cercalo QUI

 

Colomba bianca

Immagine6

Ritmiche
ali al vento,
sprazzi di luce
per osservatore
accorto…
Attimo immenso
nel fulminio
del tempo…
Sogno profondo
e purezza
sconfinata
per colei che
al mondo
nulla chiede…

M.S. Bruno
da “Clessidre Notturne”
Cercalo QUI

 

Lampi di sogno

uomo-universo

Nativo
di mondi
sconosciuti
fui
cantautore
di vite
solitarie…
Ebbi nel cuore
domande
prorompenti
come
la forza
del mare
di dicembre…
Come squarci
di luce
improvvisi
nel buio,
lampi di sogno…
e furono
folgoranti intuizioni.
M.S. Bruno
da “Clessidre Notturne”
Cercalo QUI

 

Nella tela dell’esistere

Al_tramonto_si_annodano_i_fili_dell_esistenza

 

Nell’imbrunire
lame dorate
ammantano
il cielo
come spille
che giacciono
nella tela
dell’esistere.
Giovani ed antiche,
immortali ed
effimere,
uniche eppure
sempre uguali…
Sogni di luce
ad occhi aperti,
solitarie
compagne
che sedute
alla tavola
di questa vita
scoprono
l’inganno
del relativo.

M.S. Bruno
da “Clessidre Notturne”

Attraversai porte

porta-magritte
Attraversai porte
di mondi sconfinati,
aspirando
alla luminosità
nascosta
della luna.
Vidi
campioni
di assolate
virtù
perdersi
nel primo bagliore
di una spada
infranta…
Davanti a me
linee continue
di vissuto reale
come
nozioni
di antiche
sonate…
M.S. Bruno
da “Clessidre Notturne”

 

Occhi lucenti nel mare del destino

guardare
Come occhi lucenti
nel mare del destino,
mille stelle guardano…
inerti,
come implacabili giudici
ed antichi sapienti…
Oh, sapienti,
raccontateci
i destini controversi
di gente passata
sotto la vostra
luce…
Parlate…
Esprimete
il vostro dissenso
per le vite perdute…
urlate alla vita,
prima che la
vostra luce si spenga…
La nostra speranza
risiede
nella vostra luce.
0b665-mstella2

 

Una notte

viaggio-al-temrine-dell-anotte-celine

Soffia il vento
e la notte soffre
proferendo parole
che orecchio umano
ode
ma non può sentire…
Si piegano nel silenzio
i giunchi e le fronde
e sono catene
di un imponente gigante
che si alza e si scuote
tentando di fuggire…
Rombano le onde
da lontano
e le voci adesso
sono due
che insieme intonano
un solo canto…
Infine come cosa unica
infrangeranno
i confini
ed il gigante indomito
sarà di nuovo
libero…
Io sarò il suo mantello
e con lui
continuerò il mio
cammino…

M.S. Bruno
da “Clessidre Notturne”

0b665-mstella2

Voci precedenti più vecchie