Per una ‪#‎settimanainrosa‬, ho preso “una tazza di te’ con Krilli” ^_^

Per una ‪#‎settimanainrosa‬, ho preso “una tazza di te’ con Krilli” ^_^ … Sì, infatti il bel blog di Krilli (Perchè lo dice Krilli) mi ha ospitato e, fra qualche chiacchiera e diverse risate, la simpatica blogger mi ha intervistata…

perchè lo dice KrilliPER ‘UNA SETTIMANA IN ROSA’ LA SCRITTRICE MARIA STELLA BRUNO
9 OTTOBRE 2015 / KRILLI

Trentenne, nata sotto il sole caldo di Sicilia, in una città, Messina, sempre (o quasi) accarezzata dallo Scirocco. Forse è per questo che in molte mie poesie o racconti, esso è protagonista… Questa è Maria Stella.

DIMMI 3 AGGETTIVI CHE TI DESCRIVONO:

‘ MMH… difficile, mi piace poco definirmi… Forse si potrebbe dire di me che sono: impegnata e impegnativa, sognatrice ma anche logica, ed un’altra serie di opposti contrastanti, tutti da scoprire…’

COME NASCE LA TUA VOGLIA DI SCRIVERE?

‘ La mia passione per la scrittura è nata gradualmente, anche se fin da bambina tentavo di mettere per iscritto le mie storie. Sono per prima cosa una lettrice accanita, ma quando le parole degli altri non sono state più sufficienti, ho preso carta e penna ed ho cominciato a descrivere il “mondo” della mia fantasia. ‘

DIMMI DELLA TUA IDEA DI SCRITTURA:
‘Scrivo seguendo l’estro del momento, ascoltando le muse dell’ispirazione. Lo faccio per dar “corpo” alla mia immaginazione, ma anche per la voglia di condividere qualcosa con chi legge i miei scritti. ‘
COSA VUOI TRASMETTERE A NOI LETTORI?

‘ Vorrei riuscire a trasmettere ai miei lettori le emozioni, le sensazioni, le gioie e i dolori dei miei protagonisti, renderli in pratica partecipi delle vicende da me narrate. ’

Nel 2012 ha pubblicato ‘I custodi dei frammenti’, primo volume de ‘Il Sigillo del Drago Infinito’ con le Edizioni il Pavone. L’anno seguente è stato il turno del secondo, conclusivo volume della saga, ‘La Spada e il Drago’, con la medesima Casa Editrice. Nel 2014 ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie, ‘Clessidre Notturne.

COME DEFINIRESTI I TUOI ROMANZI?
Avventurosi, misteriosi, coinvolgenti… almeno per me 😉

Grazie Krilli!!!! (Perchè lo dice Krilli)

Annunci

‪#‎settimanainrosa‬ – Amore e Avventura per Rosalba Bavastrelli

taverna-medievale2

Ormai lo sapete: questa settimana la  Locanda dell’Inchiostro Versato ospiterà un bell’evento web indetto dalle Edizioni il Pavone. “Una Settimana in Rosa” sta già dando parecchie soddisfazioni agli avventori della nostra locanda! Oggi alzate i calici di idromele per Rosalba Bavastrelli che ci parlerà dei suoi due romanzi: “Il Monastero dell’Arcangelo” e “Difesa Estrema”…

banner2015rosa

 

11083600_460831747453641_2056283339342676007_n

Cari Amici,

tali infatti siete se avete la pazienza ( o il piacere ^_^) di leggermi… sono contenta di rivolgermi a voi per parlare dei miei romanzi, anche se, riservata come la natura mi ha fatto, avrei preferito che essi parlassero da soli! Scrivo da quand’ero bambina, mi veniva spontaneo e così piacevole che ho continuato a farlo per tutta la vita. Scrivere… e scrivere d’amore, il sentimento base per ogni creatura. Amore, ma non solo. Ho sempre associato nei miei scritti vicende sentimentali ad altre, avventura e indagine psicologica, lotta per la conoscenza, per l’accettazione di se stessi prima ancora dell’altro/a.

Ho scritto soprattutto per me stessa, e ho scritto molto, ma recentemente ho pubblicato in e-book, con la Edizioni il Pavone, due romanzi: “Il Monastero dell’Arcangelo” e “Difesa estrema”.

Sono romanzi molto diversi tra loro. Il primo, “Il Monastero dell’Arcangelo”, è ambientato nel mondo d’oggi, ma in un luogo speciale, un paesino tra le Alpi svizzere, quasi un rifugio per il protagonista, giovane ma affermato architetto, insoddisfatto della vita fino a quel momento trascorsa in città, tra ambizioni proprie e falsità altrui. Ma quel luogo è destinato d’improvviso a divenire sempre più piacevole e pieno di attrattive per lui, non solo per l’incontro-scontro con una donna bellissima e tutta da capire, ma per la comparsa di un essere straordinario, una lupa che sembra avere doti assai fuori dal comune, quasi “magiche”…

Il secondo romanzo, primo della saga “La Base della baia”, è “Difesa Estrema”, ambientato in un ipotetico futuro, con gli ingredienti giusti (Terra minacciata dagli alieni, strenua difesa dei terrestri, ecc.), per un romanzo di fantascienza. Tuttavia, pur essendo condito di avventure, è pur sempre un romanzo d’amore…un amore che nasce tra un uomo ed una donna che fanno parte dell’unico, formidabile esercito che difende la Terra. Difficile, tuttavia inesorabile, questo amore nasce in situazioni particolari… Ho scavato nell’animo dei miei personaggi per ricavarne i sentimenti contrastanti, le diversità che pur attraggono, le lotte interne che fanno maturare alla fine, anche drammaticamente, gli eventi. Spero di esserci riuscita, perché mi sono affidata alla voce narrante dei due protagonisti che, ognuno dal proprio punto di vista, alternandosi, presentano avvenimenti e stati d’animo.

Promettendo a me stessa di non rinunciare al piccolo mondo felice della scrittura, che isola e nello stesso tempo immette nel mondo irreale o nelle varie vicende umane, vi saluto con la simpatia che si deve agli amici.

Non scordatemi, eh! Ciao a tutti.

Rosalba

G_Libro_e_pennacopertina ma

Erik è un architetto, un giovane uomo che ha perso ispirazione e gioia di vivere. Ha un compito semplice, quasi banale per lui che è una nota promessa nel campo dell’architettura: restaurare un monastero in un villaggio sconosciuto tra le Alpi. Un lavoro scelto solo per capriccio, per allontanarsi dall’affollata città, si rivelerà ben più complesso di quanto pensasse. All’ombra del monastero, Erik incontrerà una donna dal misterioso passato, frati dalla semplice fede e drammi nascosti di un paesino, solo all’apparenza tranquillo. Ma soprattutto Erik incontrerà una lupa, un animale dall’agire inquietante che guiderà l’uomo nel suo viaggio interiore, un viaggio che lo cambierà, cambiando per sempre anche chi lo circonda…

L_Argento_e_viola

cover difesa estrema

Futuro. Dana Mayer è un tenente della difesa spaziale terrestre, Edward Shelton è il suo capo, il comandante dell’intero esercito. Dana è un soldato, un pilota, uno fra tanti, ma è soprattutto una donna in cerca di una propria dimensione. Edward è il più giovane comandante della storia della Difesa Spaziale ed è duro, logico, intelligente. I due non sarebbero destinati a incontrarsi, tanto agli antipodi sono, ma un atto di insubordinazione li metterà a confronto. Un incontro il loro che muterà molte cose sullo sfondo di una guerra senza tregua con nemici sconosciuti e diversi…

 

‪#‎settimanainrosa‬ – Aura Conte: “…quando gli sforzi pieni di passione danno buoni frutti”

taverna-medievale2

Noi della Locanda dell’Inchiostro Versato l’abbiamo già incontrata, ma è sempre un piacere ritrovarci per parlare ancora di buona letteratura, ecco perché, in occasione di “Una Settimana in Rosa“, evento web promosso dalla Edizioni il Pavone, sono contenta di presentavi Aura Conte che ci parlerà di “Controvento”!

banner2015rosa

Aura ConteCari e-lettori della Locanda dell’inchiostro versato, oggi vi presento il mio ultimo testo pubblicato: “Controvento”.

Nel 2010 stavo passando una particolare fase della mia vita, tra l’essere in procinto di laurearmi e libri fantasy pubblicati come scrittrice. Essendo da sempre stata amante della storia ed in particolare volendo scrivere qualcosa riguardo la rivolta antispagnola di Messina, ho deciso di scrivere “Controvento”. Il libro originalmente è stato scritto in un solo mese durante il NaNoWriMo 2010 (di cui ora fa parte in pubblicazioni ufficiali). Durante quei trenta giorni mi sono ripetuta quanto fosse folle aver preso tale decisione, mi sono insultata, odiata e messa sotto pressione… però alla fine sono riuscita a farlo. Ho impiegato quasi tre anni per revisionarlo effettuando molti tagli. Quando pensavo che nessuno l’avrebbe letto poiché un po’ troppo vecchio stile, coeso e con un linguaggio barocco, mi sono dovuta ricredere. Poche settimane prima dell’uscita nel 2013, l’estratto viene letto da più di 15.000 persone ed il testo diviene un online bestseller in “narrativa storica” su Amazon, Kobo, iTunes e affini per mesi/anni. Come ogni testo è piaciuto e non è piaciuto, ma per me è stato una tappa fondamentale che ha iniziato a rivoluzionare la mia vita come scrittrice e donna. Gli sforzi quando pieni di passione danno buoni frutti. Nei mesi successivi e tuttora dopo anni, mi domando cosa abbia spinto le persone a leggerlo e l’unica risposta che mi sono data è il tema della storia: “riuscire a sopravvivere durante la propria guerra quotidiana e trovare anche il tempo per innamorarsi”.

Controvento è un romanzo storico che tratta di guerra e soprattutto di amore. I due protagonisti del libro sono una giovane baronessa (Ginevra De Panè) e un capitano dell’esercito spagnolo (Rodrigo Olivier). In quel periodo la città di Messina era la capitale della Sicilia e, per via della sua posizione, sia la corona spagnola sia quella francese volevano conquistarla. Questa lotta per il territorio crea diversi conflitti tra la popolazione, indipendentemente dal ceto sociale. Dovendo fuggire per salvarsi la vita, il padre di Ginevra promette sua figlia in matrimonio al capitano Olivier, al quale lascia anche la gestione delle sue terre. Però, i due protagonisti non vanno molto d’accordo. Ginevra è contraria a prendere marito così giovane e senza provare dei forti sentimenti nei suoi confronti. Rodrigo è invece un giovane molto severo, freddo ed all’apparenza distaccato. Subito dopo la fuga del padre, la vita di Ginevra cambia totalmente… e purtroppo, non sempre in meglio. L’amore tra i due protagonisti di Controvento non è semplice, né complicato ma semplicemente realista. Non tutte le persone quando s’incontrano s’innamorano perdutamente, spesso ci vuole tempo e durante quel periodo possono accadere pessime situazioni ad entrambi i possibili partner. In questo caso, tali situazioni sono affini alla violenza continua presente in quel lasso di periodo storico, il quale non risparmiava le donne da violenze fisiche, bambini e adulti da una morte atroce ed i cittadini dalla presenza di governanti avidi di potere, in un territorio da distruggere brutalmente.

Aura Conte

G_Libro_e_penna

controvento

Romanzo storico ambientato in Sicilia durante la rivolta antispagnola avvenuta nella città di Messina tra il 1674-1678. Ispirato a eventi realmente accaduti. Merli e Malvizzi si combattono sino alla morte, favorendo la corona spagnola a trarre profitto e imporre maggiormente il proprio potere come dominatore del luogo. In questo frangente, tra il vero e il verosimile, s’intrecciano i drammatici eventi storici con le vicende dei personaggi, tra cui: la famiglia del barone De Panè (di cui fa parte una delle sue figlie, Ginevra), il vecchio marchese Castillo e il generale spagnolo Estevez insieme ai suoi capitani Rodrigo Olivier e Juan Cortez.

‪#‎settimanainrosa‬ – Silvia Azzaroli e Simona Ingrassia: due amiche per una storia di fantascienza e amore

taverna-medievale2

Terzo giorno di “Una Settimana in Rosa” ed oggi la nostra Locanda dell’Inchiostro Versato ospiterà non una, ma due brave scrittrici che ci parleranno del loro comune lavoro,”La memoria del futuro”, un romanzo di fantascienza e amore, che esce proprio in questi giorni…

banner2015rosa

 

11951314_10207714207157048_8215333609037697488_n

Silvia Azzaroli e Simona Ingrassia con Kit, la SuperCar

Ci siamo incontrate grazie ai mondi paralleli di Fringe, la nostra serie del cuore, probabilmente perché viviamo anche noi in un mondo parallelo: siamo due donne e preferiamo la fantascienza rispetto alle storie incentrate solo su una coppia. Non disdegniamo le storie d’amore, anzi, le apprezziamo parecchio.

Semplicemente amiamo delle opere che parlino di vari tipi di rapporti interpersonali e di svariate tematiche e nella fantascienza, quella seria, abbiamo trovato il nostro elemento.

Io, Silvia, sono nata a Milano, ma vivo in un paesino Burago ai confini del mondo civilizzato e mi va bene così.

Sarei maestra, ma ciò che amo di più è scrivere, scrivere, scrivere. Ho scoperto questa passione viscerale dieci anni fa e da allora non ho più smesso.

Ho pubblicato due romanzi, uno quasi per gioco, La Luna Oscura del Neckar, un fantasy hot, che oggi riscriverei da capo a piedi e il secondo, Ho Sognato Babilonia, è stato invece qualcosa di più importante e personale. Ha molto di me e delle mie passioni. Storia, letteratura, Parigi, Iraq, il mio lago di Como.

Invece io, che sono la sua socia, Simona sono nata a Genova, ho viaggiato per l’Italia a causa del lavoro di mio padre e sono tornata nella mia città natale solo nel 1982. E da allora non mi sono mossa da li. In teoria sarei una ragioniera, come il mio più famoso collega Ugo Fantozzi, ma ho preferito appendere al chiodo il diploma e ho capito, perché è una cosa che mi appassiona da molto tempo ma non vi ho mai creduto davvero, che la scrittura è il mio mondo. L’unica cosa che ho pubblicato, finora, è una poesia edita sul Secolo XIX e diverse recensioni musicali in riviste specializzate.

La nostra prima opera insieme, La memoria del futuro, è una storia che parla di un futuro lontano ma anche del passato, di una Londra diversa da quella che conoscete, dei nativi americani e di tre persone, il geniale inventore Curtis Chapman, il suo migliore amico Jason Mitchell, la ricercatrice Dalia Robbins,  che potrebbero essere considerati reietti dal mondo.

Silvia Azzaroli e Simona Ingrassia.

G_Libro_e_penna

11935098_10207714202116922_5020359379511639855_n

“La profezia di un’antica civiltà sudamericana sta per sconvolgere l’esistenza di tre persone della Londra del 2707: Curtis Chapman, geniale inventore, figlio del creatore di una grande multinazionale, il cui padre ha sempre tentato di plasmarlo a sua immagine e somiglianza, senza riuscirci. Il suo carattere indipendente e brillante lo porteranno a comprendere per primo il pericolo che l’umanità sta correndo, cercando di porvi rimedio; Jason Mitchell, il migliore amico di Curtis e in apparenza un tipo losco, si legherà in maniera indissolubile al giovane Chapman condividendone le battaglie e gli ideali, scoprendo un nuovo modo di vedere le cose grazie a lui e alla sua mente molto aperta e Dalia Robbins, giovane e ambiziosa ricercatrice biomedica dallo spirito indomito e la totale fiducia di poter plasmare il proprio destino.  La ricerca di equilibrio tra la nuova tecnologia e la sapienza tramandata dal passato porterà ad una nuova tappa dell’evoluzione umana. Tutto questo grazie al coraggioso viaggio di una donna verso la riscoperta di se stessa e delle proprie origini”

 

 

‪#‎settimanainrosa‬ – Gina Laddaga: “…l’amore, il fulcro della mia scrittura!”

taverna-medievale2

In occasione di “Una Settimana in Rosa“, evento web promosso dalla Edizioni il Pavone, abbiamo il piacere di ospitare alla Locanda dell’Inchiostro Versato, Gina Laddaga che ci parlerà di sé e dei suoi due romanzi, “Moonstone” e “Sognami”… 😉

banner2015rosa

Gina Laddaga

Cari lettori,

se siete approdati qui per caso benvenuti!, se siete stati indirizzati a questo link da qualcuno benvenuti… e grazie a “quel qualcuno”! 🙂

Sono Gina per gli amici, Gina Laddaga all’anagrafe. Sono nata sotto il segno dell’acquario e mi avvicino agli -enta, ma non ditelo a nessuno. Ho moltissimi interessi nella vita, dal cinema al ballo, dalle serie tv alla grafica, dalla lettura alla fotografia, ma una delle più importanti è la scrittura. Ho all’attivo, infatti, due romanzi pubblicati in ebook con la casa editrice Edizioni Il Pavone. Due romanzi molto diversi tra loro, ma che hanno qualcosa in comune: l’amore, il fulcro della mia scrittura.

“Moonstone” è il mio primo romanzo urban-fantasy pubblicato, capitolo iniziale di una trilogia. Fortemente visivo, a tratti ironico, forte e romantico al punto giusto, narra la storia di Ciara – una giovane ragazza di origini italo-americane che vive nella pittoresca Montepulciano (Toscana) – che entrerà a far parte di un mondo fino a quel momento a lei sconosciuto, un universo popolato da lupi. Sawyer irromperà nella sua vita portando alla luce molti segreti a Ciara celati da tempo.

“Sognami”, invece, è il mio romanzo d’amore autoconclusivo. Anche se è stato pubblicato in ebook dopo “Moonstone”, in realtà è stato il mio primo lavoro, pubblicato anni fa in formato cartaceo. Alice e Romeo sono i protagonisti di questa dolce e appassionante storia d’amore, ambientata tra l’Italia e l’Inghilterra, storia con un pizzico di soprannaturale, è scritta in modo scorrevole e diretto, tanto che vi sentirete trasportati al fianco dei due protagonisti.

Sono una persona sensibile e che ragiona sempre con il cuore (purtroppo!) e ciò che sento e provo nella mia vita di tutti i giorni, lo riporto molto spesso nei miei romanzi. Se deciderete di leggere uno dei miei romanzi – o anche entrambi – aggiungerete al posto giusto un piccolo pezzo di puzzle della mia vita incasinata!

Scrittevolmente vostra,

Gina.

G_Libro_e_penna

MoonstoneCiara è una ragazza di origini americane, ma ha sempre vissuto nell’antica Montepulciano, cittadina in Toscana con i genitori e la nonna materna. Quando i genitori devono trasferirsi in America per lavoro e lei decide di restare con la nonna in Italia, incontra un ragazzo con le sembianze di “un dio delle nevi” che appare sempre quando Ciara, forte ed indipendente di natura, si ritrova in strane e pericolose situazioni.  Lei non capisce perché, ma l’apparizione del ragazzo è sempre preceduta da quella di un lupo bianco, tanto che ne viene quasi ossessionata. Sawyer, è questo il nome del bel ragazzo, si innamorerà di lei e la trascinerà nel suo mondo, un mondo popolato da lupi, pietre di luna e faide familiari. La ragazza per seguire il suo amato dovrà fare delle scelte: scelte che coinvolgeranno anche persone a lei care. Ciara e Sawyer sono legati fin dalla nascita, la verità deve essere svelata ai giovani amanti. Sarà una verità scomoda?

divosore3

SognamiAlice, diciottenne sognatrice, timorosa, ma allo stesso tempo forte, è una ragazza come tante, ma con un dono diverso dalle altre: tutte le notti lei sogna, ma i suoi sono sogni d’amore con se stessa come protagonista e con un ragazzo bellissimo da un sorriso sconvolgente e da profondi occhi verdi. Sogni che poi si avvereranno sotto i propri occhi, ma con un’altra ragazza come protagonista. Non è mai stata innamorata e cerca questo sentimento ardentemente, anche se in realtà ne ha una profonda paura. La sua vita cambierà quando su un treno, che la porterà a scuola, un ragazzo bellissimo dagli occhi verdi e dal sorriso luminoso, la fisserà, scatenandole nel cuore e nello stomaco un turbinio di emozioni a lei ancora sconosciute. Non lo conosce, ma sa di averlo già visto da qualche parte. Quando lo rincontrerà all’università, scoprirà che si chiama Romeo, come il protagonista della famosa tragedia di Shakespeare. Ha davvero trovato il suo Romeo?

La Locanda dell’Inchiostro Versato incontra “Una Settimana in Rosa”

banner2015rosaDal 5 all’11 Ottobre 2015, si svolgerà “Una Settimana in Rosa“, evento web con il meritevole intento di promuovere le scrittrici e gli scrittori che scelgono l’amore come centro dei loro romanzi.

La Locanda dell’Inchiostro Versato“, rubrica di questo blog, si presterà per l’iniziativa come vetrina per le presentazioni di questi autori. Ogni giorno, durante la settimana, avrete la possibilità di conoscere di più i loro scritti dalle parole di chi ha messo se stesso in quei volumi.

Calendario Presentazioni:

6 Ottobre: Gina Laddaga con “Moonstone” “Sognami”

7 Ottobre: Silvia Azzaroli e Simona Ingrassia con “La memoria del futuro”

8 Ottobre: Aura Conte con “Controvento

9 Ottobre: Rosalba Bavastrelli con “Il Monastero dell’Arcangelo” e “Difesa Estrema”

 taverna-medievale2