Il Monastero dell’Arcangelo… commenti!!!

copertina ma

 

“Ho finito di leggere l’ e book “Il Monastero dell’ Arcangelo” di Rosalba Bavastrelli. E’ un romanzo che mi è piaciuto moltissimo: è mistero, intrigo, giallo. Fresco, mai noioso a tratti commovente; è moderno e al contempo antico, scritto col cuore e la sensibilità che caratterizza la scrittrice, con perizia e dovizia di particolari, intriso di sentimenti del bene e del male dove l’ Amore fra un uomo e una donna e non solo, trionfa sopra ogni cosa! Mi dispiace non poter esporre il libro nella mia biblioteca, fra i grandi della letteratura, perchè si tratta di un libro virtuale. vale la pena leggerlo, anche se sembro di parte è pure vero che mi chiamano la bocca della verità!”

Grazia Bavastrelli

Ecco un nuovo commento per “Il Monastero dell’Arcangelo”, il romanzo per cui ho scritto la prefazione.  ^_^

 

 

 

Annunci

Arrivano i primi commenti su “Clessidre Notturne”… ^_^

“Ho deciso di lasciare qui il mio contributo personale, perchè ho trascorso un piacevole pomeriggio in compagnia della raccolta poetica CLESSIDRE NOTTURNE. L’autrice ha il potere di evocare presenze arcane ed ancestrali, trasportare il lettore in altri mondi, talvolta irreali, talvolta d’altri tempi dove nella luce soffusa delle candele le parole si rincorrono inseguendo ideali, e racconta mondi sempre nuovi, ci fa volare trasportati dal vento delle passioni… insomma un autentico susseguirsi di luoghi celati e forti emozioni. Chi ama la poesia non può perdersi questa raccolta, ad un prezzo assolutamente concorrenziale. E le 10 piccole perle: non potevano mancare gli haiku. Consigliato.”

Silvia Pattarini – 06/04/2014 11:43  voto 4 su 5 da InMondadori

Grazie Silvia!!! ❤ ^_^ ❤

Recensione – “Black Diamond” di Erika Corvo

black diamond

Dopo “Fratelli dello Spazio Profondo”, ecco la seconda avventura del pirata Brian Black, capitano della nave interstellare Black Diamond, dal suo soprannome. Ciò che risalta in questo libro di fantascienza è l’azione, la piena avventura, fra intrighi, trovate geniali e mirabolanti salvataggi, ed il carisma di un personaggio intelligente, appunto Brian Black, che è anche diverso dalla risma dei suoi Fratelli dello Spazio. Dal precedente libro troviamo un Brian più adulto, meno arrabbiato e violento, più riflessivo, forse maggiormente consapevole del suo ruolo di guida per i suoi sottoposti. Un uomo che sa di essere responsabile di ogni vita che sta sotto il suo comando e che per questo cerca sempre di valutare ogni situazione per limitare le perdite umane. Certo, è sempre un pirata, non è un eroe, non è un paladino della giustizia, è un uomo carismatico che sa quel che vuole. Che sia rubare una partita di Uranio o introdursi in un palazzo ben sorvegliato o sfuggire a incrociatori nemici, beh, state sicuri che Diamond ci riuscirà! Non è crudele per puro piacere di esserlo come invece può dirsi di Korly, un altro capitano. E di lui Brian dirà, mentre l’uomo avanza fra i morti: “Era William Korly, e la morte era il suo pane quotidiano: naturale che in mezzo ad essa, si sentisse a suo agio.” Ed è quasi come se Brian dovesse ricordarlo a se stesso, poiché egli è diverso. La storia si snoda intorno ad un pianeta, Denhid, ed in particolare al Regno di Bulag. Non importa che sia l’uranio a “chiamare” in quel luogo Brian e la sua ciurma, infine egli ne prenderà a cuore le sorti, tanto da rischiare ogni cosa, la propria vita, quella dei suoi uomini e anche la sua nave, per svelare e sventare un complotto dei Federali, di uno di loro in particolare che dovrebbe annoverarsi nella schiera dei “buoni”. La storia ed il suo scorrere è affidato a tre “voci”, tre persone, tre caratteri che narrano in prima persona gli eventi: Louise, schiava che ritrova la propria dignità e riscatto, Stylo, amico fidato e secondo del capitano, e infine proprio lui, Brian, il diamante nero. La narrazione è ben posta, le immagini sono vivide, anche se a volte sembra che la scelta della prima persona stia un po’ stretta alla storia, specie quando si parla di eventi al di là delle azioni dei narratori. Nel complesso, comunque, è un libro piacevole, in cui immergersi, per scoprire le fantastiche trovate del capitano Brian Black, la sua furbizia, la sua  temerarietà e determinazione, che lo portano sempre ad emergere ed a farsi amare dai suoi sottoposti e non solo…

Da oggi è disponibile “Clessidre Notturne” ^_^

clessidre notturne
“Leggendo le liriche di Maria Stella Bruno, presenti in questa sua prima raccolta, si è trasportati in un luogo che sta a metà tra il cielo ed il mondo degli uomini, da cui l’autrice attinge le immagini e le sublima, dove sole, vento, stelle, fuoco, ecc. sono lo spunto per illuminare stati d’animo contemplati nell’intreccio di parole, a volte distanti e contrapposte, nella visione, nel sogno.”

Editore: Edizioni Il Pavone
ISBN: 9788896425121
Prezzo: € 3,99 (IVA inclusa)
Formato: ePub

Alcuni degli store in cui è disponibile: InMondadori – Amazon – 9amBookRepublic – librerie.coop – ebook.it – Kobo –  omniabuk – ebookizzati

Per quegli occhi

per quegli occhi
Occhi grandi,
neri,
pozzi imploranti
e spaesati,
incapaci e increduli
di tanto dolore.
Per quegli occhi,
per quel mondo
che é muta domanda,
un “perché” di bambino,
io cerco risposta.
Chiedo,
mi batto,
imploro,
spero…
Per quegli occhi
così grandi
nel dolore
non c’é cosa
che non farei.
E forse essi
si illumineranno di gioia
infine…

Maria Stella Bruno